Rifugio Achille Papa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rifugio generale Achille Papa
Rifugio Achille Papa 1.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine1 928 m s.l.m.
LocalitàPorte del Pasubio
CatenaPrealpi vicentine
Coordinate45°47′02.63″N 11°11′11.18″E / 45.784065°N 11.186439°E45.784065; 11.186439Coordinate: 45°47′02.63″N 11°11′11.18″E / 45.784065°N 11.186439°E45.784065; 11.186439
Dati generali
Inaugurazione1921
ProprietàClub Alpino Italiano, Sezione di Schio
GestioneRenato Leonardi
Periodo di aperturaDa giugno a settembre
Capienza60 posti letto
Mappa di localizzazione

Il rifugio generale Achille Papa è situato alle Porte del Pasubio, a 1928 m sul massiccio omonimo, alla testata della Val Canale, in posizione panoramica sul versante meridionale del monte ed è intitolato al generale Achille Papa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il rifugio

Sorge nel 1921 su quello che rimaneva di un ricovero in muratura dei baraccamenti della prima guerra mondiale denominati el Milanin, situati al riparo dal tiro dell'artiglieria austriaca.

Sulla sua facciata sono incastonate alcune lapidi, come il comunicato in seguito alla cruentissima battaglia del 2 luglio 1916, in cui l'esercito italiano respinse a fatica la vigorosa avanzata austro-ungarica e la poesia della poetessa scledense Romana Rompato che recita:

« Chi ha salito senza palpiti d'amore
questo Calvario della Patria;
chi non sosta con animo purificato
su questa roccia gloriosa,
non entri in questo Rifugio,
né contempli da queste libere altezze
la dolorante fecondità del piano e il mistero dei cieli. »

Caratteristiche e informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni ha subito varie opere di rimodernamento e restauro e oggi il Rifugio Papa, proprietà del CAI di Schio, con 60 posti letto, è un rifugio aperto per tutto il periodo estivo, da giugno a settembre, e nei week-end di ottobre e novembre.

Pochi metri sopra il rifugio stesso, nel resto dell'anno, è accessibile il bivacco Marzotto-Sacchi, voluto dalle famiglie dei due giovani Giuseppe Marzotto e Franco Sacchi dopo la loro prematura morte. Il bivacco può ospitare 7 persone su due piani ed è comprensivo di tavolo.

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

Traversate[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]