Referenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

A definire i caratteri ed i significati di un testo concorrono i diversi elementi di qualsiasi comunicazione; in particolare il suo contenuto referenziale, ovvero la materia, gli argomenti di cui il testo tratta. La referenza, quindi, è la situazione concreta in cui avviene una comunicazione. L'ampiezza delle possibilità lasciate al destinatario di un testo dipende in primo luogo da due elementi:

  • il contenuto referenziale
  • l'intenzionalità dell'emittente

Un testo che comunica dati oggettivi, come potrebbe essere la relazione su un'esperienza realizzata nel laboratorio di chimica, non concederà spazi di interpretazione, pena l'inefficacia del testo stesso, che perderebbe il suo carattere scientifico. Lo stesso deve dirsi per i testi cosiddetti regolativi, che spiegano una procedura, ad esempio, o puramente informativi, come l'orario ferroviario o l'elenco del telefono. I testi che si incontrano quotidianamente, come i libri di divulgazione, le riviste, i quotidiani, rispondono prevalentemente ad una funzione informativa non codificata secondo un rigido linguaggio settoriale né secondo uno schema logico-argomentativo molto serrato. Per questo essi offrono un certo spazio interpretativo al lettore e si pongono a livello intermedio tra i testi rigorosamente scientifici (spazio interpretativo zero) e i testi letterari (spazio interpretativo illimitato). Questi ultimi si caratterizzano per un'amplissima libertà di elaborazione compositiva da parte dell'emittente e di interpretazione da parte del destinatario. Proprio la loro ampiezza di significati implica la possibilità di lettura a più livelli, secondo tecniche di analisi variamente articolate e approfondite. Tra i moltissimi tipi di testo esistenti, un posto a sé merita il testo letterario. La semiotica, cioè la disciplina che studia fenomeni relativi ai significati e alla comunicazione, lo definisce una produzione linguistica il cui carattere primario è l'attenzione alla forma del messaggio. Un testo letterario, in quanto "testo", partecipa delle caratteristiche di unità e completezza tipiche di ogni produzione testuale; in esso si realizzano al massimo grado la coerenza e la coesione. Una pagina letteraria presenta inoltre caratteri particolari che la contraddistinguono da qualsiasi altra produzione scritta. Essi sono sintetizzabili in:

  • Areferenzialità
  • Valenza connotativa e polisemia
  • Alto livello di organizzazione strutturale
  • Novità e originalità

Per areferenzialità si intende che nel testo letterario il referente, inteso come contesto, situazione concreta, oggetto reale di cui si parla, è assente, o per lo meno secondario.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]