Rea (torrente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rea
Stato Italia Italia
Regioni Piemonte Piemonte
Lunghezza 18 km
Portata media 1,7 m³/s
Altitudine sorgente 700 m s.l.m.
Nasce Passo della Bossola Langhe
Sfocia Tanaro
44°34′24″N 7°54′55″E / 44.573333°N 7.915278°E44.573333; 7.915278Coordinate: 44°34′24″N 7°54′55″E / 44.573333°N 7.915278°E44.573333; 7.915278
Mappa del fiume

Il Rea è un breve torrente del Piemonte (18 km).

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a circa 700 m nei pressi del Passo della Bossola, in alta Langa. Con corso precipite e accidentato scorre verso nord-ovest incassato in una stretta valle boscosa, sfiorando il centro di Bonvicino (CN) e ricevendo sia da destra che da sinistra numerosi torrentelli. Giunto nei pressi di Dogliani (CN) la valle si allarga e il torrente attraversa per intero la cittadina, contenuto entro due spallette. In seguito prosegue il suo corso verso nord, dove arginato e canalizzato, bagna il comune di Monchiero (CN) confluendo alla destra del fiume Tanaro.

Regime idrologico[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzato da un regime estremamente torrentizio, il Rea ha una portata media assai scarsa (1,7 m³/s) in quanto alimentato esclusivamente dalle precipitazioni (tranne in febbraio-marzo dove alle piogge si aggiunge il rapido scioglimento di eventuali nevicate in alta langa). In estate si secca quasi completamente. Nella stagione autunnale invece è spesso soggetto a brevi ma tumultuose piene (anche la particolare conformazione “a ventaglio” del suo bacino favorisce i tempi di corrivazione che sono estremamente brevi). Le sue piene inoltre erodono i versanti dei rilievi delle Langhe, trascinando a valle una grande quantità di detriti arenacei e tufacei, rendendo molto instabili gli stessi versanti. Nel novembre 1994 il torrente, unitamente al Tanaro, straripò nel suo tratto terminale causando pesanti danni al comune di Monchiero.

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte