Quaresimali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quaresimali
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
Dettagli
Categoriadolce
 

Quaresimali è il nome di diversi biscotti tradizionali italiani preparati, secondo la tradizione, durante il periodo religioso della Quaresima[1].

In particolare, sono tipici biscotti toscani[2] o dolcetti liguri specialmente genovesi.

L'impasto dei biscotti toscani è composto da chiare d'uovo, zucchero e polvere di cacao e cotto in forno. La particolarità dei quaresimali consiste nella loro forma a lettere dell'alfabeto.

I dolcetti genovesi sono invece realizzati con pasta di mandorle, zucchero, acqua di fiori d'arancio, albume d'uovo, farina, semi di finocchio, guarniti poi con zucchero fondant al gusto di maraschino, pistacchio, limone o caffè, come ancor oggi è possibile vedere in diverse storiche confetterie-pasticcerie del capoluogo ligure. L'origine di preparare dei dolci quaresimali genovesi risale al 1500 circa, quando le suore del convento di San Tommaso lavoravano la pasta di mandorla con lo zucchero senza aggiungere prodotti animali perché proibito dalla religione cattolica nei quaranta giorni antecedenti la Pasqua. In questo modo si potevano gustare dolci senza trasgredire alle regole[3].

Altre varianti si possono trovare in Campania[4], e in Sicilia[5][6].

Il marzapane, cioè l'impasto di mandorle macinate con zucchero, proviene dal Mediterraneo orientale e la sua popolarità dovette quindi diffondersi in relazione ai traffici commerciali dei maggiori centri italiani, specie delle repubbliche marinare, durante il Medioevo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ quareṡimale in Vocabolario, su treccani.it. URL consultato il 14/4/2015.
  2. ^ AA. VV., Il libro dei biscotti, Giunti Editore, 2011, p. 64, ISBN 978-88-440-4000-0.
  3. ^ I quaresimali, su Gastronomia Mediterranea. URL consultato il 14/4/2015 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2015).
  4. ^ Quaresimali napoletani, su amando.it. URL consultato il 14/4/2015.
  5. ^ Ricetta dei quaresimali, su Dolci Siciliani. URL consultato il 14/4/2015.
  6. ^ Emilia Valli, 501 ricette di biscotti e dolcetti, Newton Compton Editori, 2016, ISBN 88-541-9826-9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina