Pyrrhura devillei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parrocchetto aliflammee
Immagine di Pyrrhura devillei mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Pyrrhura
Specie P. devillei
Nomenclatura binomiale
Pyrrhura devillei
(Massena e Souancé, 1854)

Il parrocchetto aliflammee (Pyrrhura devillei Massena e Souancé, 1854) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie, di taglia attorno ai 26 cm[senza fonte], è affine al parrocchetto golablu, dal quale si differenzia per una colorazione molto meno brillante: ha colorazione generale verde-bruna, testa bruna, copritrici auricolari giallognole, guance verdi, colorazione del collo e scudo pettorale tipici del genere.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie comprende aree ristrette del Mato Grosso do Sul (Brasile meridionale), del Paraguay settentrionale (Concepción nord-occidentale e Alto Paraguay sud-orientale) e della Bolivia sud-orientale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Pyrrhura devillei, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 2 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 2 aprile 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Collar, N. J. (1997). Blaze-winged Parakeet (Pyrrhura devillei). P. 439 in: del Hoyo, J., Elliott, A., & Sargatal, J. eds. (1997). Handbook of the Birds of the World. Vol. 4. Sandgrouse to Cuckoos. Lynx Edicions, Barcelona. ISBN 84-87334-22-9

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]