Principe Katsura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yoshihito
桂宮宜仁親王
Principe Katsura
Stemma
In carica 1º gennaio 1988 –
8 giugno 2014
Principe Yoshihito di Mikasa
In carica 11 febbraio 1948 –
1º gennaio 1988
Nascita Tokyo, 11 febbraio 1948
Morte Ospedale Universitario di Tokyo, 8 giugno 2014
Sepoltura Cimitero Imperiale di Toshimagaoka, Bunkyō (Tōkyō), 17 giugno 2014
Dinastia Dinastia Imperiale del Giappone
Padre Takahito, Principe Mikasa
Madre Yuriko, Principessa Mikasa
Religione Shintoismo

Yoshito, Principe Katsura (Tokyo, 11 febbraio 1948Tokyo, 8 giugno 2014[1]) Era il secondo figlio ed erede del Principe Mikasa e della Principessa Mikasa e cugino di primo grado dell'imperatore Akihito.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Il principe si è laureato presso il Dipartimento di Studi Politici della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Gakushuin nel 1971. Dal 1971 al 1973, ha studiato presso la Graduate School della Australian National University, a Canberra in Australia. Dopo il suo ritorno in Giappone, ha lavorato come amministratore presso la Broadcasting Corporation in Giappone dal 1974 al 1985.

Servizio pubblico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982, il Principe è tornato in Australia come parte della delegazione giapponese in onore del decimo anniversario dell'Australia-Japan Society. Egli ha anche visitato la Nuova Zelanda per favorire il rafforzamento dei legami e delle amichevoli relazioni diplomatiche.

Nel 1994, ha visitato l'Australia insieme alla principessa Tomohito di Mikasa per un evento di beneficenza per i bambini con disabilità dell'udito o della vista.

Nel luglio 1997, il Principe Katsura ancora una volta ha visitato l'Australia, per aiutare a promuovere una mostra dello sport tradizionale di sumo, con partite tenutesi a Sydney e Melbourne.

Problemi di salute e morte[modifica | modifica wikitesto]

Il Principe Katsura era paralizzato dalla vita in giù a causa di un ematoma subdurale acuto avuto nel 1988 e utilizzava una sedia a rotelle.[2][3] Nonostante la sua disabilità, aveva un ruolo attivo nel servizio pubblico, e appariva regolarmente in cerimonie di premiazione, eventi diplomatici e come presidente di varie organizzazioni di beneficenza.

Nel 2008 è stato ricoverato in ospedale per sepsi.[2][3]

Nei primi mesi del 2014, al Principe è stata diagnosticata una malattia non specificata che ha colpito e deteriorato il suo cuore. Nelle prime ore dell'8 giugno 2014, ha subito un attacco cardiaco, e nonostante gli sforzi per rianimarlo è stato dichiarato morto alle 10:50 ora locale. Aveva 66 anni.[4][5]

Il servizio funebre si è tenuto il 17 giugno nel Cimitero Imperiale di Toshimagaoka, [6] alla presenza dei genitori, della famiglia imperiale e di 560 dignitari.[7]

Il Principe Katsura non si sposò mai e non ha lasciato figli legittimi. Dato che i suoi fratelli avevano avuto solo figlie femmine, la sua morte segna la fine del ramo paterno della famiglia reale.[8]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze giapponesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cordone dell'Ordine del Crisantemo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine del Crisantemo

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 9 marzo 1982[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Japan's Prince Katsura died at 66 voiceofrussia.com
  2. ^ a b Emperor's cousin, Prince Katsura, dies at 66, Japan Today. URL consultato il 14 maggio 2015.
  3. ^ a b Prince Yoshihito died, imperialfamilyjapan.wordpress.com. URL consultato il 14 maggio 2015.
  4. ^ Japan's prince Katsura, cousin of Emperor Akihito, dies at 66, The Straits Times. URL consultato il 14 maggio 2015.
  5. ^ Prince Katsura, cousin of Emperor Akihito, dies at 66, The Japan Times. URL consultato il 14 maggio 2015.
  6. ^ Funeral held for Prince Katsura, The Japan Times. URL consultato il 14 maggio 2015.
  7. ^ Funeral held for emperor's cousin, Prince Katsura, Japan Today. URL consultato il 14 maggio 2015.
  8. ^ Prince Katsura's death marks the end of his branch of the Imperial Family
  9. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie