Postosuchus kirkpatricki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Postosuchus
Postosuchus.jpg
Scheletro di Postosuchus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Ordine Rauisuchia
Famiglia Poposauridae
Genere Postosuchus
Specie P. kirkpatricki

Il postosuco (Postosuchus kirkpatricki) era un arcosauro vissuto in quella che ora è l'America del Nord durante la metà del Triassico superiore (228-202 milioni di anni fa). Il suo nome significa "coccodrillo di Post", dal nome di una cava texana dove sono stati trovati numerosi resti fossili di questa specie.

Un arcosauro gigante[modifica | modifica wikitesto]

Il Postosuchus era uno dei più grossi predatori vissuti durante il Triassico, e riusciva ad intimorire senza troppe difficoltà i piccoli dinosauri del suo tempo come il Coelophysis. Era lungo più di 5-6 metri, con un peso stimato di 700 kg e con un cranio lungo circa 50 cm. Probabilmente cacciava animali lenti, ad esempio il Placerias, ma era tutt'altro che lento, anche se aveva zampe piatte, perché i suoi arti erano posizionati al di sotto del suo corpo. È possibile che si potesse sollevare sulle due zampe per riuscire ad attaccare creature più alte, ma essendo così possente era poco probabile. Per cacciare si serviva dei sui denti simili a dei pugnali, cioè grossi e affilati, in combo con il suo potentissimo morso. Per difesa sulla spina dorsale erano presenti delle piccole placche ossee sporgenti che lo proteggevano da morsi e artigli dei predatori, anche se come detto prima, ne aveva veramente pochi. La sua ferocia é dimostrata in un ritrovamento, nell'intestino erano presenti i resti di almeno quattro creature! [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tratto da: Dinosauri di ideaLibri