Ponte di Mezzo (Parma)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte di Mezzo
Ponte di Mezzo (Parma) 2012.jpg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Città Parma
Attraversa torrente Parma
Coordinate 44°48′08.37″N 10°19′24.67″E / 44.802325°N 10.323519°E44.802325; 10.323519Coordinate: 44°48′08.37″N 10°19′24.67″E / 44.802325°N 10.323519°E44.802325; 10.323519
Dati tecnici
Tipo ponte ad arco
Materiale pietra e mattoni
Carreggiate 1
Corsie 2
Realizzazione
Costruzione 1177-1934
Mappa di localizzazione

Il ponte di Mezzo è uno dei più antichi ponti di Parma, posto lungo il tracciato della via Emilia per superare il torrente Parma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte fu costruito a schiena d'asino nel 1177 dopo che, a causa di una terribile piena, il torrente aveva spostato verso ovest il suo letto, rendendo inutilizzabile l'antico Pons Lapidis di epoca romana, in seguito interrato e riemerso solo nel 1966, durante gli scavi per il risezionamento di strada Mazzini.[1]

Fu successivamente distrutto dalla furia delle acque e ricostruito nel 1547 prima in legno ed in seguito in muratura. Solo nel 1685 anche i parapetti furono realizzati in pietra, motivo per cui divenne noto come "Ponte di Pietra". Nel 1723 fu costruita a metà del ponte una piccola cappella dedicata a san Giovanni Nepomuceno, che fu devastata durante le sommosse popolari del giugno del 1914 e quindi demolita.[1]

Fra il 1932 ed il 1934 il ponte fu completamente risistemato ed allargato, conferendogli la veste attuale.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ponte di Mezzo, su www.geoplan.it. URL consultato il 27 settembre 2015.
  2. ^ Ponte di Mezzo, su turismo.comune.parma.it. URL consultato il 27 settembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]