Poliorchidismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Poliorchidismo
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 752.89
ICD-10 (EN) Q55.2
Sinonimi
Poliorchidia

Il poliorchidismo, o poliorchidia, è una malformazione congenita caratterizzata dalla presenza di un numero di testicoli superiore a due[1][2].

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Questa malformazione è molto rara, tanto che sono segnalati circa 200 casi nella letteratura medica. Il caso più ricorrente di poliorchidismo è il triorchidismo ossia la malformazione caratterizzata dalla presenza di tre testicoli[3].

Secondo la leggenda, il condottiero Bartolomeo Colleoni aveva tre testicoli.[senza fonte]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Il poliorchidismo si presenta in due forme[3]:

  • tipo A: il testicolo soprannumerario è connesso a un dotto deferente e pertanto è normalmente funzionante a fini riproduttivi
    • tipo A1: vi è completa duplicazione di testicolo, epididimo e dotto deferente
    • tipo A2: testicolo ed epididimo sono doppi, ma vengono drenati dallo stesso dotto deferente
    • tipo A3: vi è un doppio testicolo, ma epididimo e dotto deferente sono in comune
  • tipo B: il testicolo soprannumerario non è connesso al dotto deferente e non è quindi funzionale a fini riproduttivi
    • tipo B1: il testicolo è provvisto di epididimo
    • tipo B2: il testicolo consiste solo di tessuto testicolare e non possiede un epididimo

Il tipo A3 è la forma più comune e insieme al tipo A3 costituisce il 90% dei casi[4]. Nel 65% dei casi il testicolo soprannumerario è situato nella sacco scrotale sinistro[3], mentre solo rarissimi casi di poliorchidismo bilaterale sono stati riportati[2]. Il testicolo soprannumerario può essere presente lungo tutta la via di discesa del testicolo[2] e non raramente è correlata alla presenza concomitante di criptorchidismo[3].

La vecchia classificazione prevedeva una suddivisione in quattro tipi[4]:

  • 1º tipo: il testicolo in soprannumero difetta del dotto deferente e dell'epididimo e non ha collegamento agli altri testicoli.
  • 2º tipo: il testicolo in soprannumero ripartisce l'epididimo ed il dotto deferente degli altri testicoli.
  • 3º tipo: il testicolo in soprannumero ha un proprio epididimo e ripartisce il dotto deferente
  • 4º tipo: il testicolo in soprannumero ha dotto deferente ed epididimo propri.

Clinica[modifica | modifica sorgente]

La condizione è generalmente asintomatica è viene perlopiù diagnosticata casualmente[3]. Può essere, nel 30% dei casi, associata a ernia inguinale indiretta e a un aumento dell'incidenza di torsione del testicolo[2]. Altre condizioni associate sono idrocele, varicocele, epididimite e sterilità[3].

Diagnostica[modifica | modifica sorgente]

Il poliorchidismo è diagnosticato generalmente tramite un esame ecografico dei testicoli con gli ultrasuoni e la malformazione da sola non aumenta la produzione del testosterone[3][2].

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

Prima dell'avvento della diagnostica ecografica il testicolo veniva rimosso tramite intervento chirurgico[4], mentre successivamente la diagnosi di un testicolo funzionale ne permetteva il mantenimento[3]. Tuttavia una recente metanalisi ha suggerito che la rimozione del testicolo soprannumerario possa ridurre la possibilità di tumore del testicolo[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ E Curto, Dizionario Oxford della medicina, Gramese, 1998.
  2. ^ a b c d e Petersen, op. cit., pp. 315, 2008.
  3. ^ a b c d e f g h i Bergholz R, Wenke K, Polyorchidism: a meta-analysis in J. Urol., vol. 182, n. 5, novembre 2009, pp. 2422–7. DOI:10.1016/j.juro.2009.07.063, PMID 19765760.
  4. ^ a b c Leung AK, Polyorchidism in Am Fam Physician, vol. 38, n. 3, settembre 1988, pp. 153–6. PMID 3046267.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Robert O. Petersen, Isabell A. Sesterhenn, Charles J. Davis, Urologic Pathology, Lippincott Williams & Wilkins, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina