Poetry slam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Poetry slam a Paide

Il Poetry Slam è una competizione in cui i poeti recitano i loro versi, gareggiano fra loro e vengono valutati da una giuria composta da cinque elementi estratti a sorte tra il pubblico[1]. La competizione è diretta dall'Emcee (Master of Cerimony)[1]. È una produzione artistica che nasce dalla strada (come il rap ai suoi inizi) e crea un legame tra scrittura e performance, realizzata con grande economia di mezzi. È una forma poetica popolare, declamatoria, praticata nei luoghi pubblici (in particolare pub, bar, circoli, teatri o altri luoghi associativi) e che spesso si avvale di una recitazione a ritmo serrato.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Lo slam nasce nel 1984 quando Marc Smith, operaio nei cantieri e poeta, organizza una serie di incontri di lettura a voce alta in un jazz club di Chicago, il Get Me High Lounge[2]. Il suo intento è quello di portare del nuovo nella scena poetica, facendo partecipare il pubblico sul palcoscenico. Nel 1986, Smith incontra Dave Jemilo, proprietario del Green Mill Cocktail Lounge (un jazz-club di Chicago in cui era solito rifugiarsi Al Capone) e gli propone di organizzare ogni settimana, il lunedì sera, una competizione di poesia. La proposta viene accettata, così, il 20 luglio dello stesso anno, nasce il primo poetry slam[2].

Molto presto l'idea viene copiata in molte altre città degli Stati Uniti, tra cui le metropoli di New York e San Francisco. Nel 2002, a Minneapolis, cinquantasei squadre di poeti-slam si sono presentate ad una competizione/concorso di 5 giorni. Al giorno d'oggi, il poetry slam è diventato una forma d'arte internazionale ed è presente, oltre che negli Stati Uniti, anche in Europa (tra gli altri, in Germania, nei Paesi Bassi, in Gran Bretagna, in Francia e in Italia). In Europa è soprattutto Grand Corps Malade con l'album Midi20 a far conoscere lo slam al grande pubblico.

Il primo slam italiano viene organizzato il 21 marzo 2001 all'interno del Festival Romapoesia da Lello Voce – fondatore della rivista Baldus e del Gruppo '93 – che organizza nel 2002 durante Big Torino 2002 al Museo nazionale del cinema nella Mole Antonelliana uno Slam Internazionale in cinque lingue diverse[3]. Il 30 novembre 2013 viene fondata la LIPS Lega Italiana Poetry Slam[4] nell’ambito del Trieste International Poetry Slam.

Poetry Slam o Slam Poetry?[modifica | modifica wikitesto]

Si dice “Poetry Slam” riferendosi allo slam in quanto format, gara, fenomeno, movimento, rito. Nel parlato, la Poetry Slam è la definizione omnicomprensiva, o quasi, per eccellenza.

Si dice “Slam Poetry” invece quando ci si riferisce a tutti i generi di poesia, tipicamente performati durante i Poetry Slam, riconducibili genericamente alla Spoken word, ovvero alla poesia detta ad alta voce senza l’impiego di musica: tra i generi più proposti negli Slam spiccano la spoken word politica, autobiografica, sentimentale e drammatica, la stand-up poetry, la rap poetry, la poetry live, il teatropoesia, e tante altre forme di ibridazione tra le arti.

Attenzione quindi: la “Slam Poetry”, non corrisponde né a un genere preciso, né a una forma precisa, né a una specifica disciplina di poesia performativa. In sostanza, la Slam Poetry è la Spoken word proposta in gara nei Poetry Slam[5].

Regole[modifica | modifica wikitesto]

Le regole dei poetry slam sono:

  • Iscrizione aperta a tutti;
  • Esibizione a cappella;
  • Durante la performance niente musica, oggetti o vestiti di scena
  • Libertà d'espressione: si può recitare, leggere, scandire, cantare, rappare, improvvisare testi costruiti su temi liberi (ma a volte, per alcune gare, possono essere richieste perfomance a tema)
  • Tempo a disposizione per ogni esibizione varia dai 3 ai 5 minuti, a seconda delle regole nazionali di riferimento (3 minuti nel campionato italiano);
  • Il poeta-slammer si esibisce soprattutto per il piacere di condividere i propri testi con il pubblico;
  • 5 giurati devono essere scelti a caso tra il pubblico e danno un voto ad ogni performance (o, in alternativa, tutto il pubblico può votare: per acclamazione, o alzata di mano);
  • I giurati non devono avere alcun legame con nessuno dei performer. L'MC chiede esplicitamente a ciascun giurato se conosce chiunque dei performer in gara e, se sì, cambia giurato.
  • Il voto più alto e quello più basso dato ad ogni performance vengono eliminati, e si sommano i tre voti rimasti

Riconoscimenti internazionali[modifica | modifica wikitesto]

A livello europeo, ogni anno si svolge l'European Poetry Slam Championship (o European Slampionship)[6].

Ogni anno si svolge inoltre la Coppa del Mondo di Poetry Slam (Coupe du Monde de Slam, organizzata in Francia). Nel 2021, per la prima volta l'Italia vince la Coppa del Mondo di Poetry Slam, rappresentata dall'artista performativo, scrittore, poeta e rapper Giuliano Logos, membro del collettivo artistico WOW - Incendi Spontanei[7][8][9].

European Poetry Slam Championship
Anno Sede Vincitori
2012 Antwerp, Belgio Dani Orviz (Spagna)
2014 Malmö, Svezia Zygimantas Mesijus Kudirka (Lituania)
2015 Tartu, Estonia Nuno Piteira (Portogallo)
2016 Leuven, Belgium
Poetry Slam World Cup - Coupe du Monde de Slam
Anno Edizione Vincitori Data
2007 I Anis Mojgani (Stati Uniti) 29.06.2007
2008 II Danny Sherrard (Stati Uniti) 30.05.2008
2009 III Joaquin Zihuatanejo (Stati Uniti) 20.06.2009
2010 IV Ian Keteku (Canada) 12.06.2010
2011 V David Goudreau (Québec) 04.06.2011
2012 VI Harry Baker (Inghilterra) 09.06.2012
2013 VII Simon Roberts (Québec) 08.06.2013
2014 VII Ikenna Onyegbula (Canada) 07.06.2014
2015 IX Clotilde de Brito (Francia) 06.06.2015
2016 X Amélie Prévost (Québec) 28.05.2016
2017 XI Evelyn Rasmussen Osazuwa (Norvegia) 27.05.2017
2018 XII Sam Small (Scozia) 12.05.2018
2019 XIII Jérome Pinel (Francia) 01.06.2019
2020 XIV Dani Orviz (Spagna) 23.05.2020
2021 XV Giuliano Logos (Italia) 15.06.2021

Circuiti e campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ai campionati internazionali prendono parte rappresentanti dei singoli circuiti e campionati nazionali.

Nazione Organizzazioni Competizioni
Belgio Belgian Championship Poetry Slam
Francia FFDSP Fédération Française de Slam Poésie[10] Slam National e Coupe Du Monde
Italia LIPS - Lega Italiana Poetry Slam[11] Campionato Italiano Poetry Slam LIPS

Campionato LIPStudenti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Poetry Slam online, su lellovoce.it. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  2. ^ a b Love, p. 125.
  3. ^ Lello Voce ‘’Nasce la Lega Italiana Poetry Slam’’ in il Fatto Quotidiano, 27/11/2013 http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/27/nasce-la-lega-italiana-poetry-slam/793181/.
  4. ^ Sito della LIPS Lega Italiana Poetry Slam Cos’è la LIPS, su lipslam.it. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  5. ^ Dome Bulfaro, Guida liquida al poetry slam : la rivincita della poesia, 2016, ISBN 978-88-98922-19-2, OCLC 952962449. URL consultato il 21 settembre 2021.
  6. ^ http://beslam.be/euroslam/
  7. ^ Poetry Slam, l'Italia vince Coppa del Mondo con Giuliano Logos - Ultima Ora, su Agenzia ANSA, 17 maggio 2021. URL consultato il 20 maggio 2021.
  8. ^ Giuliano “Logos”, viene dalla Puglia il campione del mondo di Poetry Slam, su lastampa.it, 18 maggio 2021. URL consultato il 20 maggio 2021.
  9. ^ Il barese Giuliano Logos campione del Mondo della poesia performativa - TGR Puglia, su TGR. URL consultato il 20 maggio 2021.
  10. ^ FFDSP - Fédération Française de Slam Poésie, su www.ffdsp.com. URL consultato il 18 aprile 2017.
  11. ^ LIPS – Lega Italiana Poetry Slam, su www.lipslam.it. URL consultato il 18 aprile 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Nancy S. Love, Mark Mattern, Doing Democracy: Activist Art and Cultural Politics, ISBN 978-1438449104.
  • (EN) Gary L. Anderson, Kathryn G. Herr, Encyclopedia of Activism and Social Justice, ISBN 978-1412918121.
  • Dome Bulfaro, Guida liquida al poetry slam, ISBN 978-8898922192.
  • Marc Kelly Smith, The Complete Idiot's Guide to Slam Poetry, Alpha Books, 2004.
  • Marc Kelly Smith, Joe Kraynak, Take the Mic: The Art of Performance Poetry, Slam, and the Spoken Word, Sourcebooks, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura