Marc Smith (poeta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marc Smith nel 2009

Marc Kelly Smith (Chicago, 1949) è un poeta statunitense. Fu il creatore, negli anni 80, dei poetry slam, competizioni di poesia moderna[1][2]. Il suo soprannome nell'ambiente è Slam Papi[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marc Smith nacque nel 1949 e crebbe nella zona sud-est di Chicago. Frequentò la scuola elementare Charles P. Caldwell e la James H. Bowen High School. Per la prima parte della propria vita lavorò come operaio. Iniziò a comporre poesie all'età di diciannove anni.

Poetry Slam[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1984 organizzò serate di lettura di poesie al Get Me High Lounge e chiamò l'evento Monday Night Poetry Reading, poiché avveniva di lunedì. Nel 1986 iniziò a leggere poesie durante serate di cabaret al Green Mill Cocktail Lounge, un jazz club nella parte nord di Chicago. Il 20 luglio 1986 ebbe luogo il primo poetry slam. Non fu una vera e propria competizione: esaurito il materiale artistico coinvolse il pubblico chiedendogli di valutare i suoi versi con applausi e fischi. Il format inventato quella sera da Smith prese presto piede.

Nel 1990, il primo Poetry Slam nazionale fu tenuto a San Francisco[4]. Si sfidarono tre squadre di cui due rappresentavano le città di Chicago e New York). Da allora, la manifestazione si tiene annualmente, variando città. Ad oggi partecipano circa 80 squadre.

Secondo Smith:

(EN)

«The very word 'poetry' repels people. Why is that? Because of what schools have done to it. The slam gives it back to the people.... We need people to talk poetry to each other. That's how we communicate our values, our hearts, the things that we've learned that make us who we are.»

(IT)

«La parola 'poesia' ripugna le persone. Sapete perché? Per ciò che la scuola ha fatto alla poesia. Gli slam restituiscono la poesia alle persone... Abbiamo bisogno di parlarci poeticamente tra noi. È il modo che abbiamo per comunicare i nostri valori, i nostri cuori e tutte le cose che abbiamo imparato e che ci rendono quello che siamo.»

(Marc Smith[5])

Produzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Smith ha pubblicato vari libri sul movimento poetry slam, oltre a libri di poesie. Viaggia per i club d'America dirigendo slam e recitando le sue poesie influenzate da Carl Sandburg e dal mondo operaio.

  • Crowdpleaser, 1996
  • The Spoken Word Revolution, 2003,
  • The Complete Idiot's Guide to Slam Poetry, 2004
  • The Spoken Word Revolution Redux, 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Love, p. 125.
  2. ^ (EN) Marc Kelly Smith - Home, su marckellysmith.net. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) On the road with Marc 'Slam Papi' Smith, Newsreview. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) National Poetry Slam FAQ, su poetryslam.com. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  5. ^ (EN) Speak Up: The Phenomenon of Chicago Slam Poetry, su millennialinflux.com. URL consultato il 4 gennaio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Nancy S. Love, Mark Mattern, Doing Democracy: Activist Art and Cultural Politics, ISBN 978-1438449104.
  • (EN) Gary L. Anderson, Kathryn G. Herr, Encyclopedia of Activism and Social Justice, ISBN 978-1412918121.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN23863596 · ISNI (EN0000 0001 0960 073X · LCCN (ENn96050121 · GND (DE141131276 · WorldCat Identities (ENlccn-n96050121