Podarcis siculus sanctistephani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lucertola di Santo Stefano
Immagine di Podarcis siculus sanctistephani mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EX it.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Scincomorpha
Famiglia Lacertidae
Sottofamiglia Lacertinae
Genere Podarcis
Specie P. siculus
Sottospecie P. s. sanctistephani
Nomenclatura trinomiale
Podarcis siculus sanctistephani
(Mertens, 1926)
Sinonimi

Podarcis sicula sanctistephani

La lucertola di Santo Stefano (Podarcis siculus sanctistephani (Mertens, 1926)) è una sottospecie estinta della lucertola campestre (Podarcis siculus)[1] [2], che ha preso il nome dall'isola di Santo Stefano, una piccola isola vicina a Ventotene, nel mar Tirreno al largo della costa occidentale d'Italia, facente parte delle isole Pontine.

La lucertola di Santo Stefano si estinse nel 1965, a causa dei gatti selvatici e dei serpenti che le cacciavano e da una malattia che uccise le lucertole rimaste.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Podarcis siculus in The Reptile Database, Zoological Museum Hamburg. URL consultato l'11 novembre 2012.
  2. ^ Podarcis sicula, Subspecies in Cyberlizard's home pages. URL consultato il 2 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili