PipeWire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pipewire)
Jump to navigation Jump to search
PipeWire
software
Schermata di esempio
GenereServizio multimediale (non in lista)
SviluppatoreWim Taymans, George Kiagiadakis, Arun Raghavan et al.
Ultima versione0.3.27 (6 maggio 2021)
Sistema operativoGNU/Linux
LinguaggioC
Licenzalicenza MIT
(licenza libera)
Sito webpipewire.org/

PipeWire è un server che offre un servizio per gestire flussi audio e video su sistemi operativi Linux[1]. È software libero rilasciato con licenza MIT creato inizialmente da Wim Taymans per Red Hat con il nome PulseVideo, in quanto nato per offrire una gestione dei flussi e delle periferiche video simile a quella che PulseAudio offre per l'audio[2][3]. A partire dal 2021 verrà usato da Fedora in sostituzione di PulseAudio e JACK per gestire l'audio[4][5].

PipeWire fornisce alla applicazione un'interfaccia unica per accedere a sorgenti audio e video, come pure per condividere, reindirizzare e manipolare flussi multimediali.

Contiene inoltre delle interfacce che lo rendono compatibile con applicazioni progettate per utilizzare PulseAudio, JACK o ALSA.[6]

È Inoltre possibile modificare la gestione dei flussi multimediali di PipeWire tramite un "session manager". Collabora sta progettando un sessione manager per PipeWire adatto all'utilizzo in distribuzioni linux su automobili.[7]

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli obiettivi iniziali per progetto erano di fornire un servizio tramite cui applicazioni potessero accedere in modo sicuro e non esclusivo a sorgenti video. Con la versione 0.3 PipeWire può gestire anche flussi audio con bassa latenza ed in maniera efficiente. Consente inoltre l'accesso a dispositivi audio/video anche ad applicazioni eseguite in sandbox senza che queste abbiano bisogno dei permessi per accedere alla periferica.

Obiettivi Video[modifica | modifica wikitesto]

  • Consentire la cattura di video con bassa latenza, anche ad applicazione desktop eseguite in sandbox o container senza accesso a dispositivi video (come Flatpak).
  • Consentire lo screencast e lo screengrab in sicurezza del desktop su GNOME in sessioni Wayland (il compositor condivide ad applicazioni autorizzate lo schermo tramite PipeWire).
  • Consentire la condivisione di flussi video tra molteplici applicazioni.
  • Sfruttare l'accelerazione hardware per le proprie operazioni.

Obiettivi Audio[modifica | modifica wikitesto]

  • Realizzare un unico progetto che gestisca sia audio professione (a minima latenza), sia audio desktop sostituendo JACK e PulseAudio.
  • Fornire un'alternativa maggiormente efficiente e leggera a PulseAudio.
  • Offrire una maggiore personalizzare nella gestione dei flussi audio tramite il session manager.

Session Manager[modifica | modifica wikitesto]

Un session manager gestisce PipeWire.

Elenco session manager personalizzati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PipeWire, su pipewire.org. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2020).
  2. ^ (EN) Update from the PipeWire hackfest – Arun Raghavan, su arunraghavan.net. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2020).
  3. ^ (EN) PipeWire aims to do for video what PulseAudio did for sound, su OMG! Ubuntu!, 21 settembre 2017. URL consultato l'8 gennaio 2021.
  4. ^ Alessandro Russo·AudioDistribuzioniFedoraNews·27 Novembre 2020·1 min lettura, Fedora 34: la prossima release utilizzerà PipeWire per gestire i flussi audio, su Linux Freedom, 27 novembre 2020. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2021).
  5. ^ Update from the PipeWire hackfest – Arun Raghavan, su web.archive.org, 9 novembre 2020. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2021).
  6. ^ (EN) README.md · master · PipeWire / pipewire, su GitLab. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2020).
  7. ^ (EN) PipeWire, the media service transforming the Linux multimedia landscape, su Collabora | Open Source Consulting. URL consultato l'8 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2021).
  8. ^ (EN) WirePlumber, the PipeWire session manager, su Collabora | Open Source Consulting. URL consultato l'8 gennaio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]