Piper (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piper
PaeseItalia
Anno2007
Formatofilm TV
Generecommedia, musicale
Durata100 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaCarlo Vanzina
SoggettoCarlo Vanzina, Enrico Vanzina, e Cesare Frugoni
SceneggiaturaCarlo Vanzina, Enrico Vanzina, Cesare Frugoni
Interpreti e personaggi
FotografiaClaudio Zamarion
MontaggioRaimondo Cruciani
MusicheManuel De Sica
ScenografiaSerena Alberi
CostumiPamela Fontinovo; Nicoletta Ercole (ideazione)
ProduttoreGiuseppe Perugia
Casa di produzionePublimedia, Mediaset
Prima visione
Data10 maggio 2007
Rete televisivaCanale 5

Piper è un film TV del 2007 diretto da Carlo Vanzina e ambientato negli anni sessanta, a Roma, nei giorni precedenti all'apertura dello storico locale Piper Club, punto di ritrovo della borghesia capitolina.

I protagonisti sono Massimo Ghini, Anna Falchi, Maurizio Mattioli, Martina Stella, Matteo Branciamore e Carol Alt.

Il film ha ispirato una omonima miniserie televisiva che è andato in onda nel 2009 sempre su Canale 5.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roma, 1965. L'apertura del locale Piper Club è imminente; tutti cercano di procurarsi i biglietti. Milena, una giovane ragazza veneziana, scappa di casa per inseguire il suo grande sogno di diventare una cantante. Arriva a Roma e conosce Mary, la quale la introduce nell'ambiente romano e diventa sua amica. Milena fa conoscenza del gruppo musicale I Demoni, il cui leader è Mario. Chi la sente cantare, capisce che Milena ha un grande talento per il canto, e che può diventare una star musicale. La ragazza entra a far parte de I Demoni, ma il padre di Mario, Aldo Proietti, un tassista un po' all'antica, è contrario al fatto che suo figlio abbia scelto di fare il musicista, e lo ostacola in ogni modo.

Nel frattempo, il giornalista comunista Roberto Benetti è intenzionato a far cadere il governo, ma il suo direttore gli ordina di non occuparsi più di politica ma di cronaca. Roberto, così, inizia a raccogliere informazioni sull'apertura del Piper Club. Tuttavia un suo informatore gli rivela che un'attrice bellissima ma poco conosciuta che si fa chiamare Sabrina May è l'amante di un ministro: inizia a frequentarla con la scusa di un'intervista per scoprire chi è il suo amante e per poi realizzare un grande scoop. L'amante di Sabrina è l'onorevole Manlio De Vito. Lo scandalo che potrebbe scoppiare è di dimensioni enormi, ma Roberto è confuso perché si è innamorato di Sabrina.

Intanto, la marchesa Cafiero è preoccupata per suo figlio, che anziché rivendicare le sue origini nobili vive come un normale ragazzo della sua età. Il giovane è molto amico di Milena e di Mario, e cerca di aiutarli a sfondare nel campo della musica. Poco prima dell'inaugurazione del Piper Club, il ragazzo rivela a sua madre di essere omosessuale.

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto un discreto successo su Canale 5. Trasmesso in prima visione TV il 10 maggio del 2007 in prima serata, è stato seguito, secondo i dati Auditel, da 5.149.000 telespettatori, con il 22,06% di share.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ascolti Tv: i dati Auditel di giovedì 10 maggio 2007, su TVBlog.it. URL consultato il 2 dicembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • Piper Club, il celebre locale dove si conclude il film
  • Piper, miniserie televisiva ispirata al film

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione