Piper (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piper
Paese Italia
Anno 2007
Formato film TV
Genere commedia, musicale
Durata 100 min
Lingua originale italiano
Crediti
Regia Carlo Vanzina
Soggetto Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, e Cesare Frugoni
Sceneggiatura Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, Cesare Frugoni
Interpreti e personaggi
Fotografia Claudio Zamarion
Montaggio Raimondo Cruciani
Musiche Manuel De Sica
Scenografia Serena Alberi
Costumi Pamela Fontinovo; Nicoletta Ercole (ideazione)
Produttore Giuseppe Perugia
Casa di produzione Publimedia, Mediaset
Prima visione
Data 10 maggio 2007
Rete televisiva Canale 5

Piper è un film TV del 2007 diretto da Carlo Vanzina e ambientato negli anni sessanta, a Roma, nei giorni precedenti all'apertura dello storico locale Piper Club, punto di ritrovo della borghesia capitolina.

I protagonisti sono Massimo Ghini, Anna Falchi, Maurizio Mattioli, Martina Stella, Matteo Branciamore e Carol Alt.

Il film ha ispirato una omonima miniserie televisiva che è andato in onda nel 2009 sempre su Canale 5.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roma, 1965. L'apertura del locale Piper Club è imminente; tutti cercano di procurarsi i biglietti. Milena, una giovane ragazza veneziana, scappa di casa per inseguire il suo grande sogno di diventare una cantante. Arriva a Roma e conosce Mary, la quale la introduce nell'ambiente romano e diventa sua amica. Milena fa conoscenza del gruppo musicale I Demoni, il cui leader è Mario. Chi la sente cantare, capisce che Milena ha un grande talento per il canto, e che può diventare una star musicale. La ragazza entra a far parte de I Demoni, ma il padre di Mario, Aldo Proietti, un tassista un po' all'antica, è contrario al fatto che suo figlio abbia scelto di fare il musicista, e lo ostacola in ogni modo.

Nel frattempo, il giornalista comunista Roberto Benetti è intenzionato a far cadere il governo, ma il suo direttore gli ordina di non occuparsi più di politica ma di cronaca. Roberto, così, inizia a raccogliere informazioni sull'apertura del Piper Club. Tuttavia un suo informatore gli rivela che un'attrice bellissima ma poco conosciuta che si fa chiamare Sabrina May è l'amante di un ministro: inizia a frequentarla con la scusa di un'intervista per scoprire chi è il suo amante e per poi realizzare un grande scoop. L'amante di Sabrina è l'onorevole Manlio De Vito. Lo scandalo che potrebbe scoppiare è di dimensioni enormi, ma Roberto è confuso perché si è innamorato di Sabrina.

Intanto, la marchesa Cafiero è preoccupata per suo figlio, che anziché rivendicare le sue origini nobili vive come un normale ragazzo della sua età. Il giovane è molto amico di Milena e di Mario, e cerca di aiutarli a sfondare nel campo della musica. Poco prima dell'inaugurazione del Piper Club, il ragazzo rivela a sua madre di essere omosessuale.

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto un discreto successo su Canale 5. Trasmesso in prima visione TV il 10 maggio del 2007 in prima serata, è stato seguito, secondo i dati Auditel, da 5.149.000 telespettatori, con il 22,06% di share.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ascolti Tv: i dati Auditel di giovedì 10 maggio 2007, su TVBlog.it. URL consultato il 2 dicembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • Piper Club, il celebre locale dove si conclude il film
  • Piper, miniserie televisiva ispirata al film

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione