Pievescola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pievescola
frazione
Pievescola – Veduta
Panorama di Pievescola
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Siena-Stemma.svg Siena
ComuneCasole d'Elsa-Stemma.png Casole d'Elsa
Territorio
Coordinate43°18′40.61″N 11°07′53.08″E / 43.31128°N 11.13141°E43.31128; 11.13141 (Pievescola)Coordinate: 43°18′40.61″N 11°07′53.08″E / 43.31128°N 11.13141°E43.31128; 11.13141 (Pievescola)
Altitudine272 m s.l.m.
Abitanti875 (2019)
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pievescola
Pievescola

Pievescola (già Pieve Ascola o Pieve a Scola)[1] è una frazione del comune italiano di Casole d'Elsa, nella provincia di Siena, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione fa risalire la fondazione del borgo all'XI secolo, quando la contessa Ava dei Lambardi di Staggia, o Ava di Montemaggio, fece qui erigere la pieve di San Giovanni Battista.[1][2] Il primo documento risale all'anno 1030, dove si legge della donazione di Guido, vescovo di Volterra, di alcuni beni all'abbazia di San Giusto, che comprendevano anche le proprietà nei distretti di Pieve a ScolaPieve ad Scholam») e la villa di Lestinne (Le Stine).[1] Il toponimo Scola induce a pensare che alla pieve dovesse essere affiancata una scuola di lettere o di canto fermo.[1]

La pievania di Pievescola è una delle più antiche parrocchie della diocesi di Volterra.[1] Nel 1356 estendeva la sua giurisdizione anche su Pietralata, Gallena, Simignano, Cotorniano, oltre che sui perduti borghi di Calicciano, Fiaperto e Vergene.[1]

Pievescola contava 201 abitanti nel 1833.[1]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Emanuele Repetti, «Pieve Ascola» in Dizionario geografico fisico storico della Toscana, vol. 4, Firenze, pp. 238–239.
  2. ^ Annalisa Coppolaro e Göran Söderberg, Chiese, pievi e segreti sulla collina di Siena, Edizioni Il Leccio, 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana