Pietro Costa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pietro Costa (Celle Ligure, 29 giugno 1849Roma, 13 marzo 1901) è stato uno scultore italiano.

Nasce a Celle Ligure nel 1849, da Agostino (calzolaio) e Domenica.

A Genova frequenta l'Accademia Ligustica di Belle Arti.

In seguito studio a Firenze e a Roma.

Si sposò con Antonietta Piaggio.

A Genova collaborò con l'architetto e pittore Maurizio Dufour.

Vinse nel 1879 i concorsi per il monumento a Vittorio Emanuele II a Torino, realizzato nel 1899, e per il monumento a Mazzini a Genova, inaugurato nel 1882.

Sue molte sculture funerarie nel Cimitero di Staglieno, la statua di Francesco Redi per il portico degli Uffizi e la statua di San Iacopo per la facciata di Santa Maria del Fiore (1887).

Morì a Roma nel 1901, le sue spoglie si trovano nella tomba del cimitero di Celle Ligure (Savona).

A Celle Ligure esiste il palazzo Costa Piaggio, successivamente di proprietà di Rinalda Odero e del marito cav. Luigi Miraglies di Milano, nel palazzo abitò anche Jean Gianuè.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Sborgi, «COSTA, Pietro» in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 30, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1984.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN96193253 · ULAN: (EN500072917