Peter de Wint

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Peter De Wint (Stone, 21 gennaio 1784Londra, 30 gennaio 1849) è stato un pittore inglese, apprezzato come paesaggista e come pittore all'acquarello.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Boats, 1816

Figlio di un fisico di origine olandese, studiò nello Staffordshire fino al 1802, quando si trasferì a Londra per seguire un lungo corso di apprendistato con l'incisore John Raphael Smith, dal quale si staccò per entrare nell'Accademia Reale nel 1809 per dedicarsi alla descrizione della natura.

Nel 1810 sposò la sorella del pittore di soggetti storici William Hilton ed assieme idearono una informale ed ufficiosa accademia per giovani artisti.

L'anno seguente entrò a far parte della Società dei pittori acquarellisti e così come nell'accademia i suoi lavori riscossero un buon successo per la libertà tematica ed ispirativa[1].

I suoi soggetti preferiti furono la campagna, scorci di natura, pianure e colline con mulini a vento.

Dopo un suo soggiorno nell'Europa continentale, ricevette forti suggestioni ed impressioni sia dalle tecniche sia dagli stili diffusi.

Rientrato in patria rinnovò la tecnica dell'acquarello, stendendo il colore a macchie grazie ad una certa fantasia ed improvvisazione.

Il maggior numero delle sue opere è conservato presso il National Gallery londinese, il Victoria and Albert Museum ed il Lincoln Museum.

Si dedicò anche al disegno architettonico, seguendo il modello tecnico olandese.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le Muse, De Agostini, Novara, 1966, Vol.IV, pag.177

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • David Scrase, Drawings & Watercolours by Peter De Wint, exhibition catalogue, Fitzwilliam Museum, Cambridge (1979)
  • Hammond Smith, Peter De Wint 1784-1849, Londra (1982)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39554977

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura