Patroclo (ammiraglio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Patroclo (in greco antico: Πάτροκλος, Pátroklos; ... – ...) è stato un militare e sacerdote macedone antico, attivo sotto Tolomeo II Filadelfo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un certo Patrono e proveniente dalla Macedonia, Patroclo successe nel marzo del 271 a.C. a Callicrate come sacerdote eponimo di Alessandro.[1] Insieme a Callicrate fece parte di una delegazione egizia che si assicurò il controllo di alcuna isole e città del mar Egeo prima dell'inizio della guerra cremonidea.[2] Patroclo fu mandato a Creta con il titolo di strategos: andò prima a Itanos, dove ricevette la proxenia, la cittadinanza e il titolo di benefattore della città, e poi a Olos, dove ricevette solamente la proxenia e il titolo di benefattore.[3]

Fu in seguito l'ammiraglio della flotta che Tolomeo II Filadelfo aveva inviato nel mar Egeo contro il regno di Macedonia; Patroclo fu quindi l'ammiraglio della flotta egizia durante la battaglia di Cos (262-255 a.C.), nella quale fu sconfitto dal re macedone Antigono II Gonata in persona.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kostas Buraselis, Mary Stefanou, Dorothy J. Thompson, The Ptolemies, the Sea and the Nile: Studies in Waterborne Power, Cambridge University Press, 2013, ISBN 9781107033351.
  • Christelle Fischer-Bovet, Army and Society in Ptolemaic Egypt, Cambridge University Press, 2014, ISBN 9781139991858.
  • Sara E. Phang, Iain Spence Ph.D., Douglas Kelly Ph.D., Peter Londey Ph.D., Conflict in Ancient Greece and Rome [3 volumes]: The Definitive Political, Social, and Military Encyclopedia, ABC-CLIO, 2016, ISBN 9781610690201.