Parrocel (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La famiglia Parrocel fu una dinastia di pittori ed incisori francesi, proveniente originariamente da Montbrison nella regione della Loira, particolarmente prolifica, producendo, a partire dal XVI secolo, quattordici pittori in sei generazioni.

Il capostipite Georges nacque e morì a Montbrison, mentre il figlio Barthélemy, nato a Montbrison, si trasferì a Brignoles, dove nacquero i suoi figli. Questi fu il primo pittore della dinastia, nonostante fosse destinato ad una carriera ecclesiastica, discendendo da un'eminente famiglia di Montbrison[1].

Le figure più di rilievo della famiglia operarono nel XVII e XVIII secolo: Joseph Parrocel e suo figlio Charles Parrocel furono notevoli pittori di battaglie e scene di caccia, il nipote di Joseph, Pierre Parrocel, fu un prolifico pittore di soggetti a tema religioso, come fu pure suo nipote ed allievo Étienne Parrocel, che trascorse la sua vita lavorativa a Roma.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Capostipite[modifica | modifica wikitesto]

Georges Parrocel
(1540-1614 c.)
?
Barthélemy Parrocel
(1595-1660)
Catherine Simon
Jean Barthélemy
o Jehan Parrocel
(1631-1653)
Louis Parrocel
(1634-1694)
Joseph Parrocel
(1646-1704)

Barthèlemy ebbe altri quattro figli: un maschio (terzogenito) e tre femmine che non si dedicarono all'arte della pittura.

Ramo di Louis Parrocel[modifica | modifica wikitesto]

Louis Parrocel
(1634-1694)
Dorothèe
de Rostang
Ignace Jacques Parrocel
(1667-1722)
Louis Parrocel
(1668-1693)
Pierre Parrocel
(1670-1739)
Jean Baptiste Parrocel
(1672-?)

I figli Louis e Jean Baptiste non si dedicarono all'arte della pittura.

Ramo di Joseph Parrocel[modifica | modifica wikitesto]

Joseph Parrocel
(1646-1704)
Charles Parrocel
(1688-1752)
Jean Joseph Parrocel
(1690-1774)

Joseph Parrocel ebbe molti figli, ma solo i due citati si distinsero nelle arti e nelle scienze: Charles fu pittore ed incisore, mentre Jean Joseph fu disegnatore e poi ingegnere.

Ramo di Ignace Jacques Parrocel (figlio di Louis)[modifica | modifica wikitesto]

Ignace Jacques Parrocel
(1667-1722)
Jeanne Marie Périer
Marie Constantin
Jean Louis Parrocel
(1690-?)
Étienne Parrocel
(1696-1775)
Jean-Jacques
François Parrocel
(1721-1794)
Joseph Parrocel
de Tavel
(1723-1798)
Antoine Parrocel
(1724-?)
Joseph Grégoire
Parrocel
(1730-?)

Ignace Jacques ebbe in tutto dieci figli, di cui solo il quartogenito Étienne si distinse come pittore. Il figlio maggiore Jean Louis, negoziante, ebbe 7 figli, 4 maschi e 3 femmine. Di questi Joseph fu caporale delle guardie del corpo di Luigi XV e di Luigi XVI, divenne cavaliere di Sant Louis e acquisì il titolo di marchese de Tavel, Jean Jacques François fu priore di Chartreux a Valbonne, Antoine fu monaco e Joseph Grégoire mineralogista.

Ramo di Pierre Parrocel (figlio di Louis)[modifica | modifica wikitesto]

Pierre Parrocel
(1670-1739)
Marie Magdelein
de Palasse
Pierre Ignace Parrocel
(1702-1775)
Joseph François Parrocel
(1704-1781)

Pierre ebbe altri sei figli.

Ramo di Joseph François Parrocel (figlio di Pierre)[modifica | modifica wikitesto]

Françoise Lemarchand
Joseph François Parrocel
(1704-1781)
Christine Edwige Ally
Jeanne-Françoise
Pallas Parrocel
(1734-1829)
Marie Parrocel
(1744-1824)
Thérèse Parrocel
(1745-1835)
Jeannette Parrocel
(1747-1832)

Joseph François ebbe dalla prima moglie una figlia, Jeanne Françoise signora di Valrenseaux,che fu pittrice di fiori e animali[2]. Dalla seconda moglie inglese ebbe tre figlie: Marie (Marion), che fu pittrice di soggetti storici[3], Thérese che dipingeva miniature e Jeannette che non si dedicò all'arte della pittura.

Ramo di Jean Baptiste Parrocel (figlio di Louis) - discendenti del XVIII-XIX secolo[modifica | modifica wikitesto]

Jean Baptiste Parrocel
(1672-?)
Pierre Véran Parrocel
(1705-1780)
Marie Anne Derbe
César Auguste Parrocel
(1737-1816)
Thérèse Liely
Etienne Véran Parrocel
(1761-1827)
Joseph Parrocel
Auguste César Parrocel
(1790-1851)
Joseph Parrocel
(?-1812)
Antoine Parrocel
(1792-?)
André-Pierre Véran Parrocel
(1796-?)
Étienne-Antoine Parrocel
(1817-1899)

In quest'ultimo ramo di discendenza non ci sono stati artisti di professione. L'ultimo discendente, Étienne-Antoine Parrocel, l'autore dei testi in bibliografia, fu in primo luogo un imprenditore e secondariamente fu uno storico dell'arte[4] ed un pittore[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cite web url=http://books.google.com/books?as_q=Joseph+Parrocel&as_auth=Etienne+Parrocel Annales de La Peinture
  2. ^ url=http://www.artnet.com/Artists/LotDetailPage.aspx?lot_id=4F52252A935509CA50D50A6176338F9F Jeanne Françoise Pallas Parrocel in Artnet
  3. ^ url=http://www.arcadja.com/auctions/it/parrocel_marie/artista/315138/ Marie Parrocel in Arcadia
  4. ^ cite web url Copia archiviata, su inha.fr. URL consultato il 14 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  5. ^ cite web url=http://www.artnet.com/artist/708200/etienne-antoine-parrocel.html Étienne-Antoine Parrocel in Artnet

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]