Paride Cattaneo della Torre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paride Cattaneo della Torre
vescovo della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti Segretario del vescovo di Modena
Canonico della collegiata di Primaluna
Protonotario apostolico
Nato 1531 a Primaluna
Deceduto 1614 a Primaluna

Paride Cattaneo della Torre (Primaluna, giugno 1531Primaluna, 1614) è stato un presbitero e scrittore italiano, primo storico della Valsassina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paride Cattaneo Della Torre nacque in Primaluna da Galeazzo nel 1531 e vi morì nel 1614.

È noto dai suoi scritti che fu per dodici anni a Venezia, quattro in Modena in qualità di Segretario di quel Vescovo, che fu a Roma, Siena, Firenze, Ferrara, Pavia, Ceneda ed altrove; in ultimo tornò in patria come canonico della chiesa collegiata plebana di Primaluna. Fu inoltre protonotario apostolico e membro dell'Accademia degli Affidati di Milano.

Appassionato amante della sua valle e ambizioso di discendere dalla celebre famiglia Della Torre, impiegò la sua lunga vita a raccoglierne quante più memorie poté, senza però alcuna selezione, con lingua scorretta e stile stentato scrisse ben centocinquanta trattati sopra diverse materie e bei discorsi con più di cento sermoni e cronache, che facevano parte del ricco archivio della sua famiglia e che già nell'Ottocento risultavano quasi tutti dispersi.

Cronaca dei Torriani e Descritione della Valsassina[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta dell'opera più nota e l'unica di cui si sia conservata copia. Fu tradotta in francese come Traité de la maison De la Tour par Pary de la Tour.

Sono noti due manoscritti:

Nel corso dell'Ottocento il primo manoscritto fu utilizzato e descritto da Giuseppe Arrigoni in diverse pubblicazioni come fonte per la storia della Valsassina. È dedicato al nobile Francesco Torriani di Milano colla data "Primaluna X febbraro 1571" e colla sottoscrizione "Paris Catt.o Dalla Torre". L'Arrigoni lo indica come di proprietà di don Agostino Arrigoni.

Nella prima metà del Novecento il volume passò ad Andrea Orlandi, autore di scritti sulla storia della Valsassina, che ne realizzò una copia integrale manoscritta (anch'essa conservata nell'Archivio Pietro Pensa di Esino Lario) e poi passò a Pietro Pensa, autore di numerose pubblicazioni sulla storia e le tradizioni del bacino dell'Adda.

Opere minori[modifica | modifica wikitesto]

Altre brevi opere manoscritte erano citate come ancora esistenti nell'Ottocento:

  • Cronaca dal principio del mondo fino ai giorni nostri (1560 circa)
  • Breve discorso sopra la città di Milano
  • Breve sommario della origine della nobil famiglia Torriana
  • Genealogia della nobil famiglia Della Torre che cominciava dal principio del mondo fino ai giorni nostri (1595)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ P. Tomea, Tradizione apostolica e coscienza cittadina a Milano nel medioevo, Vita e Pensiero, 1993, p. 153, nota 27.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie