Paphiopedilum godefroyae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Paphiopedilum godefroyae
Paphiopedilum godefroyae OrchidsBln0906b.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Cypripedioideae
Genere Paphiopedilum
Specie P. godefroyae
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Paphiopedilum godefroyae
(God.-Leb.) Stein, 1892
Sinonimi

vedi testo[1]

Paphiopedilum godefroyae (God.-Leb.) Stein, 1892 è una pianta della famiglia delle Orchidaceae, originaria del sud-est asiatico[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di piccole dimensioni, terricola o litofita, con foglie lineari-oblunghe verde chiaro screziate di verde scuro e rossicce nella pagina inferiore. La fioritura è molto lunga e può avvenire praticamente in qualsiasi periodo dell'anno; è costituita da uno o due fiori su uno stelo eretto, tomentoso, alto fino a 10 centimetri e di colore che dal verde pallido passa al viola. I fiori sono grandi da 5 a 7 centimetri sono bianchi con macchie rosso porpora; come in tutto il genere Paphiopedilum il labello è sacciforme[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria delle basse terre del sud-est asiatico, in particolare della parte peninsulare della Thailandia, dove cresce in zone piane o in spaccature di rocce dove si sia accumulato humus, fino non più di 50 metri sul livello del mare[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Cypripedium godefroyae God.-Leb., 1883
Cypripedium concolor var. godefroyae (God.-Leb.) Collett & Hemsl., 1891
Cordula godefroyae (God.-Leb.) Rolfe, 1912

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta richiede terriccio fertile e irrigazione tutto l'anno, l'esposizione ideale è a mezz'ombra ma tollera il pieno sole [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Paphiopedilum godefroyae, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 14 marzo 2014.
  2. ^ a b c Paphiopedilum godefroyae, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 14 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica