Palazzo dei cardinali Pallotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Caldarola.

Vista del Palazzo

Il Palazzo dei cardinali Pallotta si trova in piazza Vittorio Emanuele, nel centro di Caldarola, all'interno, al secondo piano si trova la sede comunale mentre il piano nobile è sede di esposizioni temporanee.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo [1] fu fatto edificare dal Cardinale Evangelista Pallotta alla fine del Cinquecento e successivamente fu fatto decorare dai seguaci di Simone De Magistris per disporre una residenza adeguata al proprio rango: uno spazio di straordinario fascino nel cui impianto architettonico è disegnata la stessa piazza antistante, in un ideale composizione armonica ed unitaria. Il Palazzo, appena tornato agli antichi splendori dopo un attento e lungo restauro, è stato aperto al pubblico in occasione della mostra "Simone De Magistris un pittore visionario tra Lotto ed El Greco" nel 2007. All'interno si trova la magnifica Stanza del Paradiso, un piccolo gioiello quasi nascosto e remoto, luogo di meditazione del Cardinale, dove la realtà si sublima nella favola attraverso un paesaggio altamente suggestivo, che rappresenta una flora e una fauna esotiche e scene di caccia animate da cavalli impennanti, levrieri, volatili e cacciatori. [2]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rossano Cicconi, Spigolature dall'Archivio notarile di Caldarola, 1989.
  • aa.vv., La Provincia di Macerata Ambiente Cultura Società, Amm.ne Prov.le di Macerata, 1990.
  • Marco Falcioni, La ristrutturazione di Caldarola nel XVI secolo e la normativa cittadina, Camerino, Mierma editrice, 1990.
  • Rossano Cicconi, Caldarola nel Quattrocento, (ricerca d'Archivio), Camerino, Mierma editrice, 1991.
  • Rossano Cicconi, Caldarola nel Cinquecento, Camerino, Mierme editrice, 1996.