Palazzo Nervi-Scattolin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Nervi-Scattolin
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
LocalitàVenezia
IndirizzoCampo Manin
Coordinate45°26′08.36″N 12°20′04.93″E / 45.435655°N 12.334703°E45.435655; 12.334703
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1970-1972
Inaugurazione1972
UsoSede centrale della Cassa di Risparmio di Venezia
Realizzazione
ArchitettoPier Luigi Nervi e Angelo Scattolin
ProprietarioCassa di Risparmio di Venezia

Palazzo Nervi-Scattolin è un'architettura di Venezia, ubicata nel sestiere di San Marco, in Campo Manin. È sede centrale della Cassa di Risparmio di Venezia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una struttura preesistente alla attuale e risalente al 1883 era già stata pensato come sede della Cassa di Risparmio di Venezia.

Tuttavia, nel 1970, essa fu sostituita per costruire il nuovo palazzo, inaugurato nel 1972: scelta non esente da polemiche, che portarono a un difficoltoso iter attuativo.

Gli architetti a cui fu affidata la progettazione furono Pier Luigi Nervi e Angelo Scattolin, dei quali il palazzo prende il nome.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

La parte più importante del palazzo è la facciata, rivolta sul campo: essa si mostra in rottura con le architetture degli altri lati del campo, le quali sono in falso antico, riproponendo lo stile gotico veneziano, pur essendo ottocentesche.

La facciata di Palazzo Nervi-Scattolin è di grande modernità, alta tre piani, con al piano terra un'importante cancellata bronzea, opera dello scultore Simon Benetton, e, ai due piani nobili, una serie ininterrotta di aperture squadrate tagliate da pilastri.

Sul retro, la seconda facciata dà su campo San Luca: essa mantiene le originarie linee settecentesche, in armonia con le altre lì affacciate e in alchimia con le parti novecentesche dell'edificio.

Interni[modifica | modifica wikitesto]

All'interno, frutto di un progetto architettonicamente ardito di Nervi, si caratterizza soprattutto per una grandiosa scala elicoidale in acciaio, legno e cemento armato, alla base della quale sono poste due opere scultoree di Arturo Martini: Agricoltore con spighe, Ercole con la pelle del leone (1910).

Molte le opere d'arte di carattere pittorico esposte nelle sale del palazzo:

Inoltre, nella biblioteca storica della Cassa di Risparmio, sono custoditi manoscritti miniati e volumi antichi.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]