Palazzo Comunale (Piombino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Comunale
Palazzo del comune di piombino 01.JPG
Palazzo Comunale e Torre dell'Orologio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàPiombino
Indirizzocorso Vittorio Emanuele II
Coordinate42°55′19.46″N 10°31′37.18″E / 42.922072°N 10.526994°E42.922072; 10.526994Coordinate: 42°55′19.46″N 10°31′37.18″E / 42.922072°N 10.526994°E42.922072; 10.526994
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1444-1598 e 1933-1937
Stileneogotico
Usosede comunale
Realizzazione
ProprietarioComune di Piombino
La Torre prima dei restauri novecenteschi

Il Palazzo Comunale di Piombino si trova in corso Vittorio Emanuele II, angola via Ferruccio, ed è affiancato dalla Torre dell'Orologio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo originario del palazzo è di epoca duecentesca, quando si chiamava "palazzo dei Priori" o "della Comunità". Il palazzo attuale fu eretto nel 1444 da Nanni di Magio per volontà degli Anziani piombinesi che fino a quell'anno si riunivano nell'antico Palazzaccio, costruzione a noi non pervenuta situata probabilmente all'angolo con via "Trapalazzi", attuale via Giuseppe Garibaldi.

La torre risale al 1598. Il palazzo, così come la torre, fu oggetto di un pesante e contestato intervento di restauro nel 1933-1937 diretto dall'architetto senese Egisto Bellini.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Nella parete destra dell'atrio è incassata una colonna di epoca romanica, con fusto scanalato a spirale e capitello, mentre nella volta affrescata si trovano gli stemmi del Comune, degli Appiani, del Ludovisi e dei Buonconmpagni-Ludovisi.

La sala consiliare contiere un affresco nella lunetta sopra la porta d'ingresso raffigurante la Madonna con Bambino o Madonna del Latte, datata 1575 e attribuita al pittore senese Giovanni Maria Tacci. Alla sinistra dell'ingresso, una statua in marmo del XV secolo, opera dei maestri Ciolo e Marco da Siena, della scuola di Giovanni Pisano, raffigura sempre una Madonna con Bambino. Inoltre nella sala si trovano vari quadri raffiguranti i principi di Piombino e i Granduchi di Toscana, inseriti in una serie storica che va dal XVII al XIX secolo. Infine, completano la collezione della sala uno stemma degli Appiani e una testa leonina risalente probabilmente al XII secolo.

La Torre dell'Orologio[modifica | modifica wikitesto]

La Torre dell'Orologio risale al 1598; il 20 gennaio di quell'anno infatti i Priori di Piombino ne affidarono al Maestro Francesco di Leone la costruzione. È composta da due piani rientranti

L'orologio e la campana bronzea risalgono agli inizi del XVII secolo; nella nicchia sopra il portale si trova la Madonna con Bambino il cui originale è all'interno del palazzo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Toscana. Guida d'Italia (Guida rossa), Touring Club Italiano, Milano 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]