Padre Modesto Paris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Modesto Paris

Padre Modesto Paris (Rumo, 22 agosto 1957Genova, 31 maggio 2017) è stato un frate italiano dell'Ordine degli Agostiniani Scalzi, educatore e fondatore del Movimento Rangers.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La formazione e gli studi[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1957 a Mione di Rumo (TN), Modesto Paris ha iniziato la propria formazione presso il Convento dell'Ordine degli Agostiniani Scalzi di Genova, continuandola presso il Seminario Arcivescovile Maggiore. E' stato ordinato sacerdote il 12 giugno 1983 nella Basilica di San Pietro da San Giovanni Paolo II.

Primi incontri con i giovani[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1984 ha fondato a Genova, con alcuni ragazzi che frequentavano il Santuario della Madonnetta, il Gruppo Rangers GRM (Gruppo Ragazzi Madonnetta) "Un gruppo di ragazzi e giovani che condividono un impegno di Fede viva, aperta e gioiosa con amicizia, responsabilità e accoglienza. Tutto inizia da una frase del Vangelo del Buon Pastore (Gv 10,1-5)"[1]. Nuovi gruppi Rangers sono sorti nelle Parrocchie Agostiniane in cui P.Modesto è stato trasferito durante gli anni del suo sacerdozio ( Sestri Ponente - Genova, Spoleto , Collegno ) fino a diventare Movimento Rangers, che coinvolge non solo i bambini e ragazzi ma anche adulti e famiglie.

Negli anni a venire altri gruppi sono nati anche in provincia di Bergamo, di Trento, a Campina in Romania e a Bafut in Camerun. Le associazioni da lui create raccolgono oggi oltre 500 aderenti.

L'azione sociale[modifica | modifica wikitesto]

«Il Signore supera sempre di una spanna ogni nostra aspettativa»
(Chiamati a trasformare il mondo, Padre Modesto Paris)

Il messaggio che Padre Modesto ha voluto diffondere negli anni è quello di aiutare giovani e meno giovani  a scoprire i propri talenti e a farne una forza, a non arrendersi davanti alle difficoltà, ad impegnarsi nella vita, scoprendo una “fede viva, aperta e gioiosa”. E' stato autore, insieme ai ragazzi dei Gruppi Rangers, di alcuni libri sulla sua storia e la storia delle sue associazioni, ma anche sulla sua malattia. Nel 1999 Padre Modesto ha fondato, insieme alla Associazione Mosaico di Sestri Ponente, il periodico mensile "Il Chiodo" che rappresenta l'organo di informazione di tutti i gruppi Rangers d'Italia. Negli anni ha creato molte iniziative per aiutare il prossimo: a Sestri Ponente, insieme ai parrocchiani della Chiesa di San Nicola, ha realizzato il "Pozzo di San Nicola" per fornire pasti caldi e supporto spirituale e morale ai senza tetto del centro storico genovese e supporto materiale alle famiglie in difficoltà del quartiere. Per incentivare l'incontro tra le Associazioni di Volontariato presenti sul territorio, ha ideato la "Festa del Volontariato", "Questa è la mia Casa" e "Un Nat@le che sia tale " manifestazioni alle quali partecipano centinaia di persone che si incontrano in un clima di festa e condivisione[2]. Ha organizzato, con il supporto delle associazioni da lui create, una rete di famiglie che in estate ospitano gli orfani di "Casa Sperantei” (Casa della Speranza) situato a Campina in Romania e gestita delle suore di San Giuseppe di Aosta. Per aiutare le missioni Agostiniane ha cercato il supporto dei fedeli per fornire annualmente un container destinato alla Missione fondata dal confatello Agostino Scalzo Padre Luigi Kerschbamer a Cebu nelle Filippine e per supportare il Seminario Agostiniano di Bafut in Camerun.

La malattia[modifica | modifica wikitesto]

«Il dolore è dolore, ma vissuto con gioia e speranza ti apre la porta alla gioia di un frutto nuovo»
(Omelia Casa Santa Marta, 5 Maggio 2016, Papa Francesco)

La malattia, SLA (Sclerosi laterale amiotrofica), o come la chiamava lui Sorella SLA oppure SLAvina, ha iniziato a dare i primi segnali nell’estate del 2015, ma non lo ha piegato di un millimetro. Nonostante la grande sofferenza, le terapie intensive e i periodi di ricovero ospedaliero, Padre Modesto ha continuato a girare l’Italia e l'Europa anche con la carrozzina elettrica, seguendo i suoi gruppi, le feste del volontariato a Genova, Collegno, Spoleto, i campi estivi in Trentino. La sua tenacia ha permesso il completamento di “Casa Sogno”, struttura per l'ospitalità di gruppi di giovani e famiglie ubicata a Rumo (TN) in Alta Val di Non sotto la cornice della Catena della Maddalene. Il 15 Giugno 2016 ha coronato il sogno di mettere la promessa ranger al collo di Papa Francesco durante un incontro in Piazza San Pietro.[3] Ha continuato a celebrare la Santa Messa anche dopo aver perso la possibilità di parlare, con l’aiuto di un “comunicatore” messo a disposizione dalla ASL 3 Genovese. Nei periodi di riabilitazione trascorsi presso il Centro Clinico Nemo di Arenzano ha continuato a portare anche agli altri malati il suo messaggio di fede gioiosa vissuta nella terribile malattia. Fino alla fine ha continuato ad alzare il suo pollice, in segno di “ok”, la sola parte che, insieme ad altre due dita, riusciva a muovere negli ultimi mesi per incoraggiare chi, di fronte al suo dolore, si abbandonava allo sconforto. Il settimanale Panorama gli ha dedicato la copertina del n° 23/2017 intitolandola "Fino all'ultimo respiro" Il testamento gioioso del sacerdote: "Prigioniero del mio corpo e delle mie sofferenze, ecco perché ho deciso di sopportare tutto fino alla fine"[4]. La notte del 31 Maggio 2017 la sua esistenza terrena si è spenta presso l'Ospedale Villa Scassi di Genova Sampierdarena, lasciando una profonda commozione tra tutte le persone che lo hanno conosciuto.  Durante il funerale l'Arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco ha ricordato: "Padre Modesto è stato un lottatore vincente, ha lottato e ha vinto. In tutta questa sua vicenda ci ha fatto scoprire che cosa è la qualità della vita: attraverso la sua esperienza ci ha dato una grandissima lezione, più di tutte le parole che possiamo mettere insieme"[5]. Il presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti ha ringraziato a nome di tutta la Chiesa Padre Modesto per il suo «impareggiabile servizio al valore della vita»[6] e rappresenta un esempio per tutti, «credenti, non credenti e diversamente credenti»[7]

L'eredità di Padre Modesto[modifica | modifica wikitesto]

Nel Luglio 2018 è stata riconosciuta dalla Provincia Autonoma di Trento la Fondazione Padre Modesto voluta da tutte le Associazioni sorte intorno al suo messaggio. Lo scopo della Fondazione è quello di mantenere vivo il suo messaggio attraverso la continua promozione di iniziative di formazione e di sostegno alle attività delle Associazioni Rangers e Millemani. L'assistenza spirituale è garantita dai confratelli Agostiniani Scalzi.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 Luglio 2018 il Comune di Rumo ha dedicato una giornata di festeggiamenti "Padre Modesto Day" per ricordare il celebre concittadino.[8]

Il 14 Ottobre 2018 il Comune di Genova ha dedicato la piazza[9] antistante la Parrocchia di San Nicola di Castelletto alla memoria di Padre Modesto inaugurando un nuovo arredo urbano che favorisca l'incontro tra le persone.[10][11][12][13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Padre Modesto Paris, su ricerca.repubblica.it.
  2. ^ Questa è la mia Casa, tre giorni per ricordare Padre Modesto. Il Secolo xix., su youtube.com.
  3. ^ La ‘promessa’ del Movimento Rangers al collo di Papa Francesco, su tuttoggi.info.
  4. ^ Guido Castellano, Padre Modesto Paris: fino all'ultimo respiro, in Panorama, 23/2017.
  5. ^ Arcivescovo Angelo Bagnasco, Omelia Saluto per Padre Modesto, in www.movimentorangers.com, 1º giu 2017.
  6. ^ Ilaria Solaini, L'addio. Padre Paris: io e la Sla, ecco perché ho amato la vita fino all'ultimo respiro, in Avvenire, 31 maggio 2017.
  7. ^ Guido Castellano, L’ultimo respiro del prete che voleva vivere, in Panorama, 25/2017.
  8. ^ Casa Sogno celebra il fondatore:, su giornaletrentino.it.
  9. ^ Genova onora la memoria di padre Modesto Paris, su giornaletrentino.it.
  10. ^ San Nicola, una piazzetta in memoria di padre Modesto, su ilsecoloxix.it.
  11. ^ DOMENICA 14 OTTOBRE: inaugurazione Piazzetta P.Modesto, su movimentorangers.com.
  12. ^ InSIemeVola, delegazione di Spoleto a Genova per intitolazione piazzetta a padre Modesto, su spoletooggi.it.
  13. ^ A San Nicola, una piazzetta in memoria di padre Modesto Paris, su ilsecoloxix.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie