Otello De Maria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Otello De Maria (Vicenza, 20 aprile 1909Vicenza, 27 aprile 2005) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fra le figure più rappresentative della pittura vicentina del novecento, è stato insegnante per oltre cinquant'anni alla Scuola d'Arte e Mestieri di Vicenza, dimostrandosi contemporaneamente artista sensibile ed attento alle innovazioni. Divenne inoltre molto celebre grazie alla lavorazione della ceramica, è stato Accademico Olimpico.

Nel 2002 gli viene dedicata la mostra: Otello De Maria, un maestro della pittura del '900. Opere dal 1924 al 1994, allestita nel Salone degli Zavatteri in Basilica Palladiana.

Con queste parole si è espresso il sindaco di Vicenza in occasione della sua morte.

«Ora, con la morte di De Maria, Vicenza deve finalmente dimostrare di saper concretamente onorare i suoi cittadini illustri. Questo grande artista merita di essere sepolto nel famedio, se i suoi cari saranno d'accordo. Non solo: da parte dell'amministrazione ci sarà lo studio di una formula affinché gli venga intitolato qualche luogo della città o la sala di qualche istituzione culturale.»

(Enrico Hüllweck[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su vicenza.com. URL consultato il 14 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2008). Sito Vicenza Biografia visto 14 dicembre 2008

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Menato, Otello De Maria. Opere dal 1924 al 1994, Edisai, 2002, ISBN 888805118X, 240pag

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN167059705 · ISNI (EN0000 0003 7478 631X · LCCN (ENnr2002026532 · GND (DE124161901 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2002026532