Oscar Marx

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oscar Marx
OscarBMarxDetroitMayor.jpg

Sindaco di Detroit
Durata mandato 1913 –
1918
Predecessore William Barlum Thompson
Successore James J. Couzens

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano

Oscar Marx (Detroit, 14 luglio 1866Detroit, 23 novembre 1923) è stato un politico statunitense, sindaco di Detroit negli anni '10 del Novecento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marx nacque il 14 luglio 1866 nella Contea di Wayne, Michigan figlio degli immigrati tedeschi Stephen e Eleanor Busch Marx.[1][2] Marx frequentò le scuole pubbliche di Detroit e il Seminario tedesco-americano,[2] passando gran parte della sua giovinezza nell'agricoltura, ma dato che Detroit e la vicina Hamtramck (Michigan) crescevano, le due città si mangiarono la fattoria dei Marx.[1] Il padre di Oscar, Stephen, vendette la fattoria, dando ai figli diverse migliaia di dollari per aprire un'impresa.[1] Oscar Marx usò questi soldi per acquistare un'azienda ottica in bancarotta, la Michigan Optical Company,[2] nel 1891, e grazie a lui l'azienda divenne una delle più grandi della regione.[1]

Oltre ad essere presidente di questa azienda, Marx fu membro del consiglio di amministrazione della Standard Computing Scale Company e vice presidente della Robert Oakman Land Co.[2]

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Marx fu eletto consigliere nel 1895, posizione che tenne per otto anni.[2] Nel 1904 Marx corse per la carica di tesoriere, ma fu sconfitto.[1] Servì come delegato nella Convention nazionale Repubblicana del 1908 (e fu un delegato anche a quella del 1916).[3] Nel 1910, fu nominato assessore, e due anni dopo divenene sindaco di Detroit.[1] Marx fu eletto per tre mandati in tutto.[1]

Marx nominò James J. Couzens, che divenne successivamente sindaco di Detroit, per prendere il controllo della forza di polizia di Detroit,[4] e nel febbraio del suo ultimo anno da sindaco Marx creò una commissione per sovrintendere la fattibilità della costruzione della Outer Drive, che bypassasse la città.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Oscar B. Marx dies; ex-Detroit mayor in Ludington Daily News, 23 novembre 1923.
  2. ^ a b c d e Clarence Monroe Burton, William Stocking e Gordon K. Miller, The city of Detroit, Michigan, 1701-1922; Volume 3, The S. J. Clarke publishing company, 1922, p. 608.
  3. ^ Index to Politicians: Marvine to Masloff, The Political Graveyard. URL consultato il 4 novembre 2010.
  4. ^ The Dodge brothers: the men, the motor cars, and the legacy, Wayne State University Press, 2005, p. 150, ISBN 0-8143-3246-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]