Nodulo di Sister Mary Joseph

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il nodulo di Sister Mary Joseph è un nodulo localizzato sull'ombelico, indicativo di neoplasia metastatica maligna.

Nella maggior parte dei casi si tratta di neoplasie maligne metastatiche (un tipico esempio è l'adenocarcinoma gastrico), in altri casi si può trattare di neoplasie benigne (tumori non maligni dei melanociti, papillomi fibroepiteliali, cisti da inclusioni epiteliali, cheratosi seborroiche, dermatofibromi e polipi) o di alterazioni non neoplastiche della cicatrice ombelicale (alterazioni del dotto omfalo-mesenterico, chelodi della cicatrice ombelicale, ecc.).

Quando associato ad ascite, calo ponderale, nausea, distensione addominale o dolore epigastrico dovrebbero essere indagati per neoplasie intra-addominali.

La biopsia del nodulo può essere di grande utilità diagnostica.

Il termine Nodulo di Sister Mary Joseph è stato coniato nel 1949 da Hamilton Bailey ed è dedicato a Mary Joseph Dempsey, che ha attirato l'attenzione del dottor William James Mayo sul fenomeno e ha pubblicato un articolo su tema nel 1928.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ole Daniel Enersen, Nodulo di Sister Mary Joseph, in Who Named It?.
  2. ^ H. Bailey: Demonstration of physical signs in clinical surgery. 11th edition, Baltimore, Williams & Wilkins, 1949, p 227.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina