Nguyễn Văn Lém

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nguyễn Văn Lém (1931 o 1932 – Saigon, 1 febbraio 1968) è stato un attivista vietnamita, membro del Fronte di Liberazione Nazionale, sommariamente giustiziato a Saigon dal capo della Polizia Nazionale della Repubblica del Vietnam Nguyễn Ngọc Loan durante l'offensiva del Têt, di fronte ad un cameraman dell'NBC e ad un fotografo dell'Associated Press, Eddie Adams il 1º febbraio del 1968. Il vietcong in questione era stato arrestato dopo che aveva tagliato la gola ad un ufficiale sud vietnamita, a sua moglie e a sei dei suoi figli (uno dei quali sopravvisse). Nella stessa azione la sua unità, della quale Van Lem era l'ufficiale superiore, aveva inoltre sommariamente fucilato altri 31 civili. [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Article - VietCatholic News, su www.vietcatholic.net. URL consultato il 30 gennaio 2018.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie