Naro (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Naro
Fiume Naro diga S Giovanni.jpg
Il fiume Naro nel punto in cui si inserisce nella Diga San Giovanni.
Stato Italia Italia
Regioni Sicilia Sicilia
Province Agrigento Agrigento
Comuni Naro
Lunghezza 31 km
Bacino idrografico 262,3 km²
Altitudine sorgente 650 m s.l.m.
Nasce Monte Bardaro
37°21′30″N 13°51′37″E / 37.358333°N 13.860278°E37.358333; 13.860278
Sfocia Mar Mediterraneo a Cannatello
37°14′02″N 13°37′14″E / 37.233889°N 13.620556°E37.233889; 13.620556Coordinate: 37°14′02″N 13°37′14″E / 37.233889°N 13.620556°E37.233889; 13.620556

Il Naro è un fiume della Sicilia occidentale. Ha uno sviluppo di 31 km e un bacino idrografico di 262,3 km². Il nome proviene dalla città di Naro nelle vicinanze della quale esso scorre.[1]

Corso del fiume[modifica | modifica wikitesto]

La sorgente del fiume è situata sul monte Bardaro (650 m s.l.m.) in C.da Porco Spino nel territorio di Canicattì. Successivamente il fiume attraversa i territori dei comuni di Naro, Favara e Agrigento ricevendo da destra i torrenti Iacono e Favara. Circa 2,5 km prima dello sbocco a mare il fiume riceve da sinistra il torrente Grancifone o fiume Burraito, uno degli affluenti principali. Tutti gli affluenti presentano un regime prettamente torrentizio.[1]

Lungo il corso del fiume, a circa 20 km dalla foce è stata realizzata una diga artificiale: la diga San Giovanni, situata in località Stretta del Molino San Giovanni in territorio di Naro. Anche lungo il suo affluente principale, il torrente Grancifone, è stato realizzato un invaso artificiale denominato diga Furore esso si trova a circa 9,3 km dalla confluenza del torrente nel fiume Naro. Entrambi i bacini garantiscono oltre all'accumulo di acque per uso irriguo anche la funzione di laminare le piene a protezione dei terreni a valle di essi.[1]

Il corso del fiume è a tratti incassato in gole profonde mentre in altri casi incide dolci colline. La foce è situata in località Cannatello nel territorio comunale di Agrigento, dove il fiume sfocia nel Mar Mediterraneo.[1]

Regime[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Naro presenta regime prettamente torrentizio, i periodi di massima portata sono solitamente quelli di massima piovosità da ottobre ad aprile, i periodi di minima invece sono quelli del periodo tra giugno ed agosto in cui si hanno anche lunghi periodi di siccità.

Note[modifica | modifica wikitesto]