NGC 4178

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
NGC 4178
Galassia a spirale barrata
Ngc4178.jpg
NGC 4178; al centro del particolare il mini-buco nero supermassiccio.
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
CostellazioneVergine
Ascensione retta12h 12m 46.40s
Declinazione+10° 51′ 57.59″
Distanza43,8 milioni di a.l.
(13,43 milioni pc)
Dimensione apparente (V)2,3' x 0,414'
Redshift0,001261 ± 0,000013
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia a spirale barrata
Altre designazioni
2MASX J12124644+1051575, LEDA 38943 , UGC 7215, UZC J121246.5+105206, Z 69−88
Mappa di localizzazione
NGC 4178
Virgo IAU.svg
Categoria di galassie a spirale barrata

Coordinate: Carta celeste 12h 12m 46.4s, +10° 51′ 57.59″

NGC 4178 è una galassia a spirale barrata situata nella costellazione della Vergine distante oltre 40 milioni di anni luce dalla Terra[1]. È una dei componenti dell'Ammasso della Vergine che, insieme al Gruppo Locale, è parte del Superammasso della Vergine[2].

Nel 2012, grazie alle osservazioni effettuate dal telescopio spaziale Chandra nello spettro dei raggi X[3], si è potuto evidenziare la presenza di un buco nero supermassiccio al centro della galassia con una massa stimata compresa tra 104 e 105 masse solari[4]; ciò ne fa uno dei buchi neri con massa relativamente piccola attualmente conosciuti[5].

Nel maggio 1963 G.V. Zaytsheva del Konkoly Observatory di Budapest in Ungheria ha identificato la supernova SN 1963i[6], probabilmente una supernova Ia anche se il dato è rimasto non confermato[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tully, R. Brent; et al., Cosmicflows-2: The Data, in The Astronomical Journal, vol. 146, nº 4, ottobre 2013, DOI:10.1088/0004-6256/146/4/86.
  2. ^ Tully, R. B.; Fisher, J. R., A new method of determining distances to galaxies (PDF), in Astronomy and Astrophysics, vol. 54, nº 3, febbraio 1977, pp. 661-673.
  3. ^ Chandra X-ray Observatory, NGC 4178: Revealing a Mini-Supermassive Black Hole, su chandra.harvard.edu.
  4. ^ Secrest, N. J.; Satyapal, S.; Moran, S. M.; Cheung, C. C.; Giroletti, M.; Gliozzi, M.; Bergmann, M. P.; Seth, A. C., A Multi-Wavelength Analysis of NGC 4178: A Bulgeless Galaxy with an AGN, in The Astrophysical Journal, vol. 777, nº 2, novembre 2013, DOI:10.1088/0004-637X/777/2/139.
  5. ^ Secrest, N. J.; Satyapal, S.; Gliozzi, M.; Cheung, C. C.; Seth, A. C.; Böker, T., The Chandra View of NGC 4178: The Lowest Mass Black Hole in a Bulgeless Disk Galaxy?, in The Astrophysical Journal, vol. 753, nº 1, luglio 2012, DOI:10.1088/0004-637X/753/1/38.
  6. ^ Kukarkin, B. V., Supernova in NGC 4178, in Information Bulletin on Variable Stars, vol. 28, nº 1, maggio 1063.
  7. ^ Lanoix, P., HIPPARCOS calibration of the peak brightness of four SNe IA and the value of H_0 (PDF), in Astronomy and Astrophysics, vol. 331, marzo 1998, pp. 421-427.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari