Museo civico archeologico di Cologna Veneta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo civico archeologico di Cologna Veneta
Facciata Museo Cologna.JPG
La facciata del museo
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàCologna Veneta
IndirizzoPiazza Duomo, 3
Caratteristiche
TipoArcheologia
Sito web

Coordinate: 45°18′33.22″N 11°22′59.98″E / 45.309227°N 11.383327°E45.309227; 11.383327

Sala I Museo Cologna Veneta
Obelisco Nero Museo Cologna Veneta

Il Museo civico archeologico di Cologna Veneta è un museo archeologico situato in piazza Duomo della cittadina di Cologna Veneta, in provincia di Verona.

Edificio[modifica | modifica wikitesto]

Ha sede nell'ottocentesco palazzo Monte di Pietà ed è il più antico museo della provincia[1]: fu istituito nel 1892, a seguito delle scoperte archeologiche relative alla necropoli di Baldaria.

Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale sede museale fu stabilita nel 1991 e comprende tre sale: nella prima (dedicata a Anna Rinaldi Gruber, studiosa del territorio colognese), ospita materiali preistorici dal Neolitico sino all'età del bronzo finale; la seconda sala, intitolata a Cesare Cardellini, consigliere comunale, ospita reperti dell'età del ferro; la terza sala, dedicata ad Eusebio Checchetti (cittadino che ebbe il merito di salvaguardare numerosi reperti durante la seconda guerra mondiale), ospita oggetti di età romana e longobarda, provenienti soprattutto dalle necropoli della zona, e un miliario dell'imperatore Magnenzio.

Al museo archeologico è collegata gestionalmente una seconda struttura, il Museo lapidario, che ospita lapidi, iscrizioni, anfore romane e alcuni calchi, tra cui quello di un focolare preistorico e una copia dell'Obelisco nero del sovrano assiro Salmanassar III.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Beppino Dal Cero, "Il Museo Civico Archeologico di Cologna Veneta (Verona)", in G. Leonardi, S. Rossi (a cura di), Archeologia e idrografia del Veronese a 100 anni dalla deviazione del fiume Guà (1904-2004), Salt 6, 2004, pp. 87–103

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Cardo, Storia documentata su Cologna Veneta, Cologna Veneta, 1896, pp. 3-5 e 8-24; C. Cardellini, Antichità scoperte presso la frazione comunale di Baldaria, NSc 1896, pp. 507-512.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il museo di Cologna Veneta, su comune.cologna-veneta.vr.it. URL consultato il 4 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2012).