Monumento agli Eroi dell'Armata Rossa (Vienna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monumento agli Eroi dell’Armata Rossa
Wien - Heldendenkmal der Roten Armee.JPG
AutoreS. G. Jakovlev,
M. A. Intezar'jan
Data19 agosto 1945
Materialesconosciuto
UbicazioneVienna
Coordinate48°11′52.8″N 16°22′33.1″E / 48.198°N 16.375861°E48.198; 16.375861Coordinate: 48°11′52.8″N 16°22′33.1″E / 48.198°N 16.375861°E48.198; 16.375861

Il Memoriale di guerra sovietico di Vienna, più formalmente conosciuto come Heldendenkmal der Roten Armee (in italiano: Monumento agli Eroi dell’Armata Rossa) si trova a Schwarzenbergplatz. Il colonnato semicircolare in marmo bianco che racchiude parzialmente una figura di dodici metri di un soldato dell'Armata Rossa è stato inaugurato nel 1945.[1] Il monumento degli eroi dell'Armata Rossa a Vienna fu costruito per commemorare i 17.000 soldati sovietici uccisi in azione durante l'offensiva di Vienna durante la seconda guerra mondiale.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Verso la fine della seconda guerra mondiale, le forze sovietiche del 3° Fronte ucraino vennero inviate da Iosif Stalin per conquistare Vienna.[3] Dopo intensi combattimenti urbani contro le truppe naziste, Vienna fu liberata dalle forze sovietiche il 14 aprile 1945.[3]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La creazione di una "Commissione alleata per l'Austria" era stata prevista dai leader alleati nelle varie sessioni della European Advisory Commission. L'accordo stabiliva la creazione di quattro zone di occupazione (statunitense, britannica, francese e sovietica) a Vienna, simile a Berlino.[4] Per il monumento fu scelta una posizione di rilievo nel 3º distretto vicino al Palazzo Schwarzenberg, la quale si imponeva sulla vista della posizione usata dai quattro alleati per governare Vienna. I prigionieri di guerra tedeschi e operai edili austriaci furono impiegati per costruire il sito di 280 metri quadrati.[5]

Il memoriale include un arco di trionfo ed è dominato dalla figura di un soldato sovietico con una mitragliatrice PPŠ-41 sul petto, in cima ad un piedistallo di 12 metri. Il soldato indossa un elmo dorato e tiene una bandiera dell'Unione Sovietica e l'emblema dell'Unione Sovietica anch'essi dorati.[2]

Sull'altro lato posteriore del piedistallo vi è inciso:

«Guardiani! Avete onestamente servito la Patria
Dalle mura di Stalingrado, siete venuti a Vienna,
Per la felicità del popolo avete dato la vita
Lontani dalla terra natia sovietica.

Gloria a voi - coraggiosi
Guerrieri russi!
L'immortalità sorge su di voi.
Valorosamente caduti
Dormite tranquilli
Il popolo non vi dimenticherà mai![6]»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Heldendenkmal der Roten Armee, www.nachkriegsjustiz.ag, Retrieved April 3, 2011.
  2. ^ a b Chernov, Sergey, "Austrian Capital Preserves Imperial Ambience", The St. Petersburg Times, January 26, 2010, Retrieved April 3, 2011.
  3. ^ a b Glantz, David, The Soviet-German War 1941-1945 Archiviato il 17 giugno 2011 in Internet Archive. Clemson University, October 11, 2001. Retrieved April 2, 2011.
  4. ^ Grew, Joseph C., Foreign Relations of the United States, 1945, vol. III, May 7, 1945. Template:Pp.
  5. ^ Czeike, Felix, Historisches Lexikon Wien, Band 5, Kremayr & Scheriau, Wien 1997,
  6. ^ Советский мемориальный комплекс в Вене на Шварценбергплатц, su culture.ru.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]