Monte Cacume

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte Caccume (o Cacume)
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaFrosinone Frosinone
Altezza1 095 m s.l.m.
CatenaMonti Lepini (nell'Antiappennino laziale)
Coordinate41°34′25.68″N 13°13′50.88″E / 41.5738°N 13.2308°E41.5738; 13.2308Coordinate: 41°34′25.68″N 13°13′50.88″E / 41.5738°N 13.2308°E41.5738; 13.2308
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Caccume (o Cacume)
Monte Caccume (o Cacume)

Il monte Caccume (secondo la topografia IGM) o "Cacume" (nome usato localmente) (1.095 m s.l.m.) è una montagna dei monti Lepini nell'Antiappennino laziale. Si trova nel Lazio nella provincia di Frosinone (comune di Patrica) e confina[1] con il comune di Giuliano di Roma e con la provincia di Latina.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni ritengono che il Caccume venga citato[2] da Dante Alighieri nel quarto canto del Purgatorio nella Divina Commedia.

« Vassi in Sanleo e discendesi in Noli,
montasi su Bismantova e 'n Cacume
con esso i piè; ma qui convien ch’om voli; »

(Dante, Purgatorio, canto IV, vv.25-27)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Geoportale nazionale
  2. ^ Dante Alighieri, La Divina Commedia - Purgatorio, a cura di Giuseppe Giacalone, 15ª ed., Roma, Angelo Signorelli Editore, 1983.
    «... in Cacume (monte ripido presso Frosinone). Altri leggono: Bismantova in cacume, intendendo: su Bismantova, proprio sulla sommità ...».
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Montagna