Michele Cianciulli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il reggente del Regno delle Due Sicile e ministro di giustizia, vedi Michele Angelo Cianciulli.

Michele Cianciulli (Montella, 1895Roma, 1965) è stato un avvocato italiano e poi assistente all´università di Roma "La Sapienza", insegnava filosofia.

È autore di diverse pubblicazioni storiche e filosofiche. Le più note sono quelle sul re Manfredi e sul brigantaggio nell'Italia meridionale.

Noto per la sua integrità fu fatto esecutore testamentario di varie grandi eredità e fondatore della Casa di Riposo Elena e Celestino De Marco. Noto antifascista nel periodo 1922 - 1945 e costretto alla clandestinità alla fine della guerra.

È stato anche responsabile del Grande Oriente di Italia negli anni 1950-1955.

La profonda amicizia col compositore Nino Rota è espressa in un epistolario tra i due. All'apertura del testamento di Cianciulli si apprese infatti che il musicista era stato designato quale suo esecutore testamentario.

Pubblicazioni di Michele Cianciulli[modifica | modifica wikitesto]

  • Il brigantaggio nell'Italia meridionale dal 1860 al 1870, Guida Editore oppure Mantero Trivoli, 1937
  • Re Manfredi e la tradizione della sua tomba in Montevergine, Guida Editore
  • Gentile - Tillinger: etica, Guida Editore
  • L'opera filosofica di F. Masci, in Idealismo realistico (1927), nn. 5-6.
  • Colloqui con mio fratello, Angelo Signorelli, Roma, 1939

Pubblicazioni su Michele Cianciulli[modifica | modifica wikitesto]

  • Ciano A., I Savoia e il massacro del Sud, Grandmelò, Roma, 1996.
Controllo di autoritàVIAF (EN89011720 · ISNI (EN0000 0000 6245 3858 · WorldCat Identities (ENviaf-311111015