Michele Borghetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michele Borghetti (Livorno, 13 marzo 1973) è un damista italiano. È stato denominato il "Maradona della dama".[1]

Nel 1989 Borghetti è risultato essere il più giovane possessore del titolo di Maestro nei due sistemi di gioco più praticati in Italia, dama italiana e dama internazionale.[2][3]

È l'attuale detentore del titolo mondiale di dama inglese in entrambe le specialità, ad apertura sorteggiata ("3-move") e ad apertura libera ("GAYP").

Dama italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 vince il suo primo campionato assoluto di dama italiana, poi si classificherà di nuovo primo altre 13 volte, negli anni 1993, 1995, 1997, e sette volte consecutivamente dal 1999 al 2005. Il 16 novembre 2014 dopo 9 anni di assenza al campionato assoluto di dama italiana, ritorna conquistando nuovamente il titolo di campione italiano, titolo che riconferma nel 2015 per la tredicesima volta.

Detiene dal 2003 il record di partite giocate in simultanea alla cieca (cioè bendato), realizzando 40 punti su 46 giocando contro 23 avversari (17 vittorie e 6 pareggi, nessuna sconfitta), l'evento si è svolto a Varazze (SV) il 18 agosto 2003 alla presenza dei giudici di gara federali Cosimo Crepaldi, Stefano Iacono, Bruno Marini, Francesco Militello e Claudio Tabor.[4][5]

Dama internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 vince il campionato italiano di dama internazionale, così come negli anni 2004, 2005, 2013 e 2016.[6] Era dal 1969 (con Marino Saletnik) che un damista non vinceva due campionati (quello italiano e quello internazionale) nello stesso anno.[3]

Dal 2004 al 2006 è stato ingaggiato dal RAES di Maastricht per partecipare ai campionati olandesi. Nei tre anni, venne promosso dalla Serie D alla Serie A.[7]

Dama inglese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 ha disputato il match mondiale di dama inglese nella specialità ad apertura sorteggiata ("3-move") contro il campione in carica, lo statunitense Alex Moiseyev, ottenendo 6 vittorie, 7 sconfitte e 27 pareggi. Nessun italiano era mai arrivato così lontano in una competizione di dama inglese ed era dal 1847 che alla finale mondiale di dama inglese erano assenti damisti non anglofoni.

Nel 2012 vince la medaglia d'oro nella dama inglese alle Olimpiadi della mente di Lilla[8][9], guadagnandosi con questa vittoria anche il diritto di sfidare Moiseyev per il titolo mondiale nel 2013.[10]

Il 6 luglio 2013 diventa il nuovo campione del mondo di dama inglese nella specialità ad apertura sorteggiata a seguito del match contro Alex Moiseyev.[11] Due anni dopo si riconferma campione mondiale sconfiggendo per 6-1 lo sfidante sudafricano Lubabalo Kondlo nel match mondiale disputato a Livorno.[12] Il 15 luglio 2016 diventa il nuovo campione mondiale di dama inglese nella specialità ad apertuta libera ("GAYP") dopo aver battuto il campione in carica, Sergio Scarpetta, nel match mondiale diputato a Roma.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Michele Borghetti su Toscana Oggi su Federdama
  2. ^ Record e statistiche della dama su Giocodamaonline
  3. ^ a b Michele Borghetti su Federama
  4. ^ Intervista a Michele Borghetti | SoloScacchi, su soloscacchi.altervista.org. URL consultato il 23 settembre 2016.
  5. ^ https://www.youtube.com/watch?v=AQsRNqOH_ck
  6. ^ Borghetti su Fid
  7. ^ Michele Borghetti su Federdama
  8. ^ Paolo Biagioni, Olimpiadi della Mente, un livornese medaglia d'oro nella dama - La Nazione - Livorno, su www.lanazione.it. URL consultato il 12 settembre 2016.
  9. ^ Marco Ceccarini, Olimpiadi della mente, Borghetti medaglia d'oro nella dama inglese, amaranta.it. URL consultato il 12 settembre 2016.
  10. ^ GRR - News - I nostri 'si mangiano' gli avversari, su www.rai.it. URL consultato il 12 settembre 2016.
  11. ^ Carlo Bordini, Michele Borghetti vs Alex Moiseyev: la cronaca, su www.federdama.it. URL consultato il 12 settembre 2016.
  12. ^ Borghetti è campione del mondo - Cronaca - il Tirreno, iltirreno.gelocal.it, 11 settembre 2015. URL consultato il 12 settembre 2016.
  13. ^ Un livornese il campione mondo di dama - Toscana, ansa.it, 15 luglio 2016. URL consultato il 12 settembre 2016.