Michele Arcangelo De Palo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele Arcangelo De Palo (Castropignano, 31 agosto 1915Ancona, 5 settembre 1944) è stato un partigiano italiano. Caduto sul Monte Alato, Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aveva assolto agli obblighi di leva, tra il 1936 e il 1937, nel II Reggimento Genio telegrafisti. Richiamato nel '39, era stato assegnato alla 91ª Compagnia Genio della Divisione "Regina", di stanza a Rodi, nell'Egeo. Nel 1943, rimpatriato, si trovava in famiglia per una licenza straordinaria e al momento dell'armistizio non esitò a prendere parte alla Guerra di Liberazione nel Molise. Nel giugno del 1944, al passaggio delle truppe alleate, si unì a un reparto polacco, col quale partecipò a numerose azioni belliche. Cadde nelle Marche, durante un attacco alle posizioni tedesche sul Monte Alato, nel generoso tentativo di soccorrere il comandante, gravemente ferito, del suo reparto.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«Gregario di una pattuglia, circondata da forze superiori tedesche, gareggiava con i propri compagni nel nobile compito di portare in salvo il comandante polacco ferito. Mentre con le raffiche del suo fucile mitragliatore teneva inchiodato l’avversario, veniva colpito a morte, sacrificandosi con superbo altruismo.»
— Settore Terrestre Adriatico 5 agosto 1944[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ . Dettaglio decorato, quirinale.it. URL consultato il 2 agosto 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]