Max Seidel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Max Seidel (Basilea, 9 febbraio 1940) è uno storico dell'arte svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato all'Università di Basilea e Zurigo, dove ha insegnato fino al 1979, è passato alle università di Gottinga e Heidelberg. Dal 1993 al 2005 è stato direttore del Kunsthistorisches Institut in Florenz. Socio della Max-Planck-Gesellschaft, dell'Accademia delle arti del disegno, dell'Accademia degli Intronati, nel 2005 è diventato cittadino onorario della città di Firenze. È sposato dal 1968 con la storica Silvana Seidel Menchi. Studioso dell'arte italiana medievale e rinascimentale, ha fornito contributi rilevanti sulla scultura gotica e, in particolare, su Nicola e Giovanni Pisano.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il pulpito di Nicola Pisano nel Duomo di Siena, Milano, A. Martello, 1971
  • La scultura lignea di Giovanni Pisano, Firenze, Edam, 1971
  • Hinterglasbilder, Stuttgart-Zurich, Belser, 1978
  • Suddeutsches Barock, Stuttgart-Zurich, Belser, 1980
  • Ambrogio Lorenzetti cronista nuziale: alle origini della pittura di vita privata, Torino, Bollati Boringhieri, 1993
  • Arte italiana del Medioevo e del Rinascimento, 2 voll, Venezia, Marsilio, 2003
  • Potere delle immagini, immagini del potere: Lucca città imperiale: iconografia politica, Venezia, Marsilio, 2007
  • Padre e figlio: Nicola e Giovanni Pisano, 2 voll., Venezia, Marsilio, 2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Opere e giorni: studi su mille anni di arte europea dedicati a Max Seidel, Venezia, Marsilio, 2001
  • Einweihung der Casa Zuccari & Verleihung der Ehrenburgerschaft der Stadt Florenz an Max Seidel, Florenz, 20 Mai 2005, Florenz, Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck Institut, 2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]