Martínez (cognome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nella mappa si rappresenta il cognome più frequente in ognuna delle province di Spagna, nell'anno 2006.

Martínez è un cognome di origine patronimica molto diffuso in Spagna e America Latina, senza una origine comune. Deriva del nome Martín seguito dal patronímico -ez. Secondo dati del 2008 rilasciati dall'INE, è il sesto cognome più usato tra gli spagnoli, dopo López. Lo portano infatti come primo cognome 840.436 spagnoli.[1]

Origine e significato[modifica | modifica wikitesto]

Dato che Martínez è un cognome patronimico non esiste una origine comune e neanche un'unica pronuncia.

In Spagna, oltre al cognome tramandato si aggiunge in certi casi anche la terminazione di origine incerta "-ez" per esempio : Martinez "figlio di Martin", o Rodriguez "figlio di Rodrigo", Hernández, "Figlio di Hernando" e così via.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il cognome è largamente diffuso in tutta la Spagna e l'America. La sua origine in America si deve all'arrivo dei colonizzatori spagnoli, maggiormente castigliani e dai loro discendenti in seguito. Nel 2008, questo cognome era il sesto più comune in Spagna; 819.697 spagnoli lo portavano come primo cognome. Attualmente è il decimo cognome più usato nei paesi ispanofoni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INEbase / Demografía y población / Análisis y estudios demográficos, INE. URL consultato il 6 maggio 2010.
  2. ^ Juan Sebastián Elián, El gran libro de los apellidos y la heráldica, p.11/257, (2001) ISBN 84-7927-549-9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gutierre Tibón, Dizionario etimológico dei cognomi spagnoli, ispano-americani e filippini, Fondo di Cultura Economica, Messico. ISBN 968-16-3714-3

Collegamenti esteriori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]