Mario e il mago (racconto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mario e il mago
Titolo originaleMario und der Zauberer
AutoreThomas Mann
1ª ed. originale1930
1ª ed. italiana1943
Generenovella
Lingua originale tedesco
AmbientazioneTorre di venere, località marittima fittizia affacciata sul Mar Tirreno
ProtagonistiMago Cipolla
Mario il cameriere

Mario e il mago (titolo originale Mario und der Zauberer. Ein tragisches Reiseerlebinis) è una novella autobiografica dello scrittore tedesco Thomas Mann pubblicata nel 1930.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima metà della storia, il Narratore descrive il soggiorno estivo della famiglia Mann in una imprecisata località balneare sul Tirreno, durante il quale lo scrittore, assieme alla moglie e ai figli piccoli, assiste allo spettacolo di un volgare e improvvisato illusionista, Mago Cipolla. Questo personaggio - che ben personifica il potere soggiogante sulle masse dell'Europa dell'epoca di leader autoritari, tramite la retorica nazionalista - ipnotizza Mario, un cameriere nativo di Portovenere. facendogli credere di esser la ragazza che lui ama. Mario si fa baciare dal mago-ragazza, ma resosi conto dell'inganno, lo uccide[1]. L'assassinio di Cipolla per mano di Mario non è una tragedia, bensì una liberazione per il pubblico.

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Dal racconto fu tratto l'omonimo film del 1994.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Thomas Mann, Mario e il mago. Una tragica esperienza di viaggio, trad. Giorgio Zampa, Barbera, Viareggio, 1943

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adele Marini, «Presagi e magie di Thomas Mann», Il Fatto Quotidiano, 2014
Controllo di autoritàGND (DE4233060-9 · BNF (FRcb161585115 (data)
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura