Manlio Lo Vecchio Musti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Manlio Lo Vecchio Musti (... – ...; fl. XX secolo) è stato un docente e sindacalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore, visse a Roma.[1] È stato dirigente della Confcommercio: capo dei servizi sindacali negli anni 1950,[2] vicesegretario generale negli anni '60[3] e vice presidente negli anni '70.[4] Fu autore della prima traduzione in italiano de L'amante di Lady Chatterley.[5]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • L'opera di Gabriele D'Annunzio, Torino, Paravia, 1936
  • Bibliografia di Pirandello, Milano, Mondadori, 1937
  • L'opera di Luigi Pirandello, Torino, Paravia, 1939
  • L'opera di Luigi Chiarelli, Roma, Cenacolo, 1942
  • Il teatro italiano del Novecento, Roma, Cenacolo, 1942
  • Il Vasari aneddotico: fantasie e bizzarrie di artisti tratte dalle Vite de' più eccellenti Pittori, Scultori et Architettori scritte da M. Giorgio Vasari, Roma, Palombi, 1947
  • Guida alla grammatica italiana, Roma, Edizioni della Bussola, 1948
  • Sommario storico della letteratura italiana, Milano, Garzanti, 1949
  • Nozioni di sintassi italiana per le scuole medie, Roma, Signorelli, 1951
  • Luigi Pirandello, Saggi, Milano, Mondadori, 1952
  • Luigi Pirandello, Saggi, poesie, scritti vari, Milano, Mondadori, 1960
  • Bibliografia delle pagine disperse di Luigi Pirandello, Roma, Istituto grafico tiberino, 1972

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premi ed encomi dell'Accademia d'Italia, in La Stampa, 27 aprile 1938, p. 2.
  2. ^ Accordo nazionale 29 aprile 1957 per l'applicazione della scala mobile al settore commercio, Roma, 29 aprile 1957.
  3. ^ I negozianti dicono che i costi salgono più dei prezzi di vendita, in La Stampa, 25 luglio 1969, p. 13.
  4. ^ Per i cartai ipotesi di accordo, in L'Unità, 21 giugno 1973, p. 4.
  5. ^ Recensione di C. F. Russo, in «Belfagor», I, 1946, pp. 126-128.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34820132 · WorldCat Identities (ENviaf-34820132