Manasse (re di Giuda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Manasse
Re di Giuda
In caricain coreggenza dal 697 al 687 a.C., poi dal 687 al 643 circa
PredecessoreEzechia
SuccessoreAmon
Nome completoMenasheh ben Hizqiyah
Morteforse Gerusalemme, 642 a.C. circa
Sepolturagiardino di Al-'Uzza
Dinastialinea di David
PadreEzechia
MadreHephzibah
ConsorteMeshullemeth, figlia di Yodfat
FigliAmon

Manasse (in ebraico מנשה בן-חזקיה?, Menasheh ben Hizqiyah; ... – forse Gerusalemme, 642 a.C. circa) fu re di Giuda, figlio e successore di Ezechia e di sua moglie Hephzibah.

Salì al trono all'età di 12 anni e regnò dal 687 a.C. al 643 a.C.[1] o al 642 a.C.[2] La stima di 55 anni di regno indicata nel Secondo libro delle Cronache è però ritenuta eccessiva e si considera più probabile un regno al massimo di 45 anni.[3]

Politiche religiose[modifica | modifica wikitesto]

II libro dei re lo descrive in modo piuttosto negativo: annullò le riforme improntate al centralismo del padre ricostruendo gli alti luoghi che suo padre aveva abbattuto e soprattutto promosse un forte sincretismo con le altre religioni. Manasse eresse altari a Baal e costruì altari per la religione babilonese in due cortili del tempio di Gerusalemme. Sacrificò alcuni dei suoi figli facendoli «passare attraverso il fuoco», praticò la magia, ricorse alla divinazione e promosse lo spiritismo.[4] In risposta alla reazione di condanna del popolo, perseguì gli oppositori spargendo "sangue innocente", anche tra i profeti.[5][6]

Rapporti con l'Assiria[modifica | modifica wikitesto]

In 2 Cronache 33:10-13 si legge che Manasse fu catturato dai «capi dell’esercito che apparteneva al re d’Assiria» e portato prigioniero a Babilonia.[7] Il nome ‘Manasse di Giuda’ è menzionato in un elenco di 22 “re di Hatti, la spiaggia e le isole” che pagavano un tributo a Esarhaddon re d’Assiria, per quanto tale resoconto biblico sia da ritenersi infondato, essendo Ninive la capitale degli Assiri ed essendo inoltre i Babilonesi i loro tradizionali nemici.[8]
Il nome di Manasse compare anche in un elenco di sovrani che pagavano un tributo ad Assurbanipal.[9][10]

Nel Libro di Geremia è citato per la prima volta in 15:4 «Farò in modo che saranno agitati per tutti i regni della terra, a causa di Manasse, figlio di Ezechia, re di Giuda, e di quanto egli ha fatto in Gerusalemme».

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo William Albright.
  2. ^ II libro dei re, 21:1; II libro delle cronache, 33:1.
  3. ^ Bibbia di Gerusalemme, 2011, p. 745.
  4. ^ Manasse, Re di Giuda, su wol.jw.org. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  5. ^ Manasseh, in Jewish Encyclopedia. URL consultato il 29 marzo 2022.
  6. ^ Jeremia 2:30, su biblegateway.com.
  7. ^ II libro delle Cronache, 33:10-13.
  8. ^ Bibbia TOB, 1997, pp. 1808-1809.
  9. ^ J. B. Pritchard, Ancient Near Eastern Texts, 1974, pp. 291-294.
  10. ^ ESAR-ADDON, su wol.jw.org. URL consultato il 13 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Giuda Successore
Ezechia 726 - 697 a.C. Amon
Controllo di autoritàVIAF (EN15848839 · CERL cnp00604335 · GND (DE129452572 · J9U (ENHE987007529160505171 · WorldCat Identities (ENviaf-15848839

(Categoria Tanakh) Libro di Geremia 15:4