Mak P

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Mak Π 100 (generalmente conosciuto solo come Mak P) è una cerimonia scolastica organizzata in Italia al termine del quinto anno di scuola superiore, cento giorni prima della fine dell'anno scolastico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine della tradizione del Mak P è prettamente militare: la cerimonia nacque nel 1840 presso l'Accademia militare di Torino. In quell'anno un decreto regio fissò in tre anni la durata dei corsi per ottenere la nomina a sottotenente e nell'apprendere tale disposizione un allievo, Emanuele Balbo Bertone di Sambuy, esclamò in sardo: «Mincra arreta che palone!», letteralmente «Solo più tre anni!» (ossia che restano ancora soltanto tre anni).

L'espressione conquistò immediata popolarità; gli anni furono poi convertiti in giorni e gli allievi presero l'abitudine di fare il conto a scalare, scrivendo i giorni che mancavano alla promozione anche sulle lavagne. Mak P divenne così l'espressione tipica, ripetuta di anno in anno, all'avvicinarsi della conclusione del corso di formazione degli ufficiali.

Nel 1891 l'usanza si trasferì da Torino nel resto delle scuole militari, trasformandosi da semplice ricorrenza goliardica in una vera e propria ricorrenza istituzionale, il cui evento principale è il "Passaggio della Stecca" (un attrezzo fallico di legno anticamente utilizzato per lucidare i bottoni dell'uniforme senza sporcarla) tra il capocorso degli "anziani" e il capocorso dei "cappelloni", gli studenti del primo anno. Oggi è una tradizione diffusa pressoché in tutto il Paese.

Svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

Il tipo di cerimonia varia considerevolmente nelle diverse parti d'Italia. In alcuni casi consiste in una serata di gala a cui partecipano gli alunni dell'ultimo anno di scuola con i relativi accompagnatori, organizzata nella palestra dell'istituto di appartenenza, nell'aula magna o in un locale appositamente prenotato per l'occasione (sala da ballo, albergo, discoteca ecc.). In altre si svolge nella seguente maniera: due commilitoni si stringono i polsi a vicenda e fanno sedere un commilitone. All'urlo di Mincra arreta che palone mollano i polsi e lasciano cadere il malcapitato. Se non gli uscirà sangue dal naso lo prenderanno a pugni sul naso finché non accadrà.

Il significato della manifestazione, durante la quale gli studenti mettono talvolta in scena caricature dei propri insegnanti o del personale scolastico in stile cabarettistico e con spirito goliardico e rievocano i momenti significativi e divertenti che la classe ha vissuto durante il quinquennio scolastico: il Mak P costituisce l'ultimo “saluto” prima dell'impegno dell'esame e del conseguimento del diploma.

Dal Mak P deriva inoltre un tipo di rito più recente, noto informalmente come "I cento giorni", che prevede festeggiamenti dell'intera classe diplomanda, sempre a cento giorni dalla fine dell'anno e dall'inizio dell'Esame di Stato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]