Mago Merlotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mago Merlotto è un fumetto italiano, prodotto dall'Editoriale Metro (poi Edizioni Bianconi) a partire dall'inizio degli anni sessanta.

Il personaggio, di cui era creatore Pierluigi Sangalli e che in seguito avrà come autori anche Sandro Dossi e Mario Sbattella, è comparso come protagonista di storie autonome all'interno di Geppo, dove è stato pubblicato sino ai primi anni novanta, e di numerosi periodici della casa editrice.[1]

Il protagonista è una esplicita parodia di Mago Merlino, e si rifà in particolar modo alla versione targata Walt Disney comparsa nel film d'animazione La spada nella roccia.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il mago Merlotto non è un mago molto abile e dai poteri incredibili, bensì è pasticcione e distratto. Molte volte fa guai, ad esempio quando la gente di un villaggio gli aveva chiesto di far piovere per far sì che i loro campi diventino fertili lui con un incantesimo fece diluviare e distruggere tutto. Il mago è sempre accompagnato dal suo gufo Filomeno. Filomeno è più attento rispetto a Merlotto, e aiuta molte volte il mago ad uscire dai guai. Merlotto è anche un golosone, infatti vuole sempre mangiare, soprattutto la pastasciutta che è il suo piatto preferito. Egli infatti a volte in cambio di un incantesimo richiesto vuole come prezzo una paga "gastronomica".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Antonio Marangi, "Vintage - Il Mago Merlotto", Sbam! Comics, Vol. 7, Febbraio-Marzo 2013, pp. 138-139.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://sbamcomics.it/blog/tag/mago-merlotto/

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti