Maestro di Barberino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maestro di Barberino (... – ...) è stato un pittore italiano, attivo a Firenze tra il 1350 e il 1380 circa.

Pittore minore del Trecento fiorentino, l'anonimo artista è indicato dalla critica con il nome convenzionale di Maestro di Barberino, denominazione derivata dal polittico disperso (oggi diviso tra il Museo Diocesano di Firenze e la Hatton Gallery di Newcastle upon Tyne), eseguito per la chiesa di San Bartolomeo (Barberino Val d'Elsa).

Collaborò, all'inizio della sua carriera, con l'Orcagna, partecipando alla decorazione della cappella maggiore nella chiesa Santa Maria Novella (perduta), e successivamente lavorò con Puccio di Simone, con il quale realizzò una tavola d'altare oggi nel Fogg Art Museum di Cambridge (Massachusetts).

L'artista eseguì, affiancato dal giovane Pietro Nelli, la maggior parte degli affreschi nella scarsella dell'Oratorio di Santa Caterina delle Ruote a Rimezzano, presso Bagno a Ripoli, e lavorò poi nella pieve di San Lorenzo a Signa.

Nel 1369 dipinse un'Annunciazione nella chiesa di Ognissanti a Firenze.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile del Maestro di barberino è ingenuo e popolare, con un'evoluzione nel tempo indirizzata a una maggiore morbidezza di forme e una più marcata tenerezza negli atteggiamenti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Tartuferi, Appunti tardogotici fiorentini: Niccolò di Tommaso, il Maestro di Barberino e Lorenzo di Bicci, in Paragone, 36, 1985 No. 425, pp. 3-16.
  • Cecilia Scalella, Il 'Maestro di Barberino': profilo di un pittore minore del Trecento fiorentino, in Arte Cristiana, 92, 2004, pp. 93-105.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]