Luigi Andreotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Andreotti (San Terenzo, 20 febbraio 1829Lerici, 26 aprile 1871) è stato un patriota italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insieme agli altri due suoi concittadini Giovanni Battista Monteverde e Onesto Faccini, è stato uno dei Mille di Giuseppe Garibaldi. Figlio di Francesco Andreotti e di Benedetta Biso, commercianti.

Era marinaio di uno dei piroscafi utilizzati per la spedizione dei Mille. La notte della partenza Andreotti non volle lasciare l'imbarcazione (gli equipaggi furono fatti sbarcare), e si unì ai Mille[1]. Nell'elenco ufficiale è in numero 17.[1].

Partecipò a tutta la campagna meridionale e viene citato in uno scritto da Francesco Crispi relativo all'impresa dei Mille per aver salvato la vita ad un compagno d'armi[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Risorgimento Portale Risorgimento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Risorgimento