Ludwig Landgrebe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ludwig Landgrebe (Vienna, 9 marzo 1902Colonia, 14 agosto 1991) è stato un filosofo e accademico austriaco.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Landgrebe studiò filosofia, storia e geografia a Vienna. Influenzato da Max Scheler, proseguì i suoi studi a Friburgo. Nel 1923 divenne assistente di Edmund Husserl. Dopo la discussione della propria tesi di dottorato, Landgrebe si trasferì a Praga per conseguire una qualifica post-dottorato sotto la guida di Oskar Kraus. Dal 1939 collaborò con Eugen Fink presso l'Archivio Husserl a Lovanio. La moglie di Landgrebe, Ilse Maria Goldschmidt, era di origine ebraica e sorella dello scrittore Georges Arthur Goldschmidt. Nel 1940 Landgrebe fu deportato in Belgio e successivamente lavorò dove lavorò ad Amburgo come aiutante di un commerciante.

Nel 1945, terminata la seconda guerra mondiale, Landgrebe fece riabilitare la propria qualifica post-dottorato presso l'Università di Amburgo e nel 1947 fu nominato professore ordinario a Kiel, dove ebbe Hans Blumenberg tra i propri studenti. Nel 1954 si trasferì a Colonia e divenne direttore degli Archivi Husserl. Landgrebe è conosciuto come uno dei più stretti collaboratori di Husserl, ma anche in ragione delle sue concezioni originali relative a temi storici, religiosi e politici visti dai punti di vista dell'esistenzialismo e della metafisica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Wilhelm Diltheys Theorie der Geisteswissenschaften, Halle 1928
  • Nennfunktion und Wortbedeutung. Eine Studie über Martys Sprachphilosophie, Halle 1923
  • Era bedeutet uns heute Philosophie, Amburgo 1948.
  • Phänomenologie und Metaphysik, Amburgo 1949.
  • Philosophie der Gegenwart, Bonn 1952.
  • Der Weg der Phänomenologie, Gütersloh 1963.
  • Phänomenologie und Geschichte, Gütersloh 1968.
  • Über einige Grundfragen der Philosophie der Politik, Köln/Opladen 1969.
  • Faktizität und Individuation. Studien zu den Grundfragen der Phänomenologie, Amburgo 1982.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89698567 · ISNI (EN0000 0001 1477 2368 · LCCN (ENn79021727 · GND (DE118569104 · BNF (FRcb12848211s (data) · NDL (ENJA00446779 · WorldCat Identities (ENn79-021727