Lucio Geganio Macerino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucio Geganio Macerino
Nome originaleL. Geganius Macerinus
GensGegania
Tribunato consolare378 a.C.

Lucio Geganio Macerino (... – ...) è stato un politico e militare romano.

Tribunato consolare[modifica | modifica wikitesto]

Nel 378 a.C. fu eletto tribuno consolare con Quinto Servilio Fidenate, Licinio Menenio Lanato, Marco Orazio Pulvillo, Publio Clelio Sículo e Spurio Furio Medullino[1].

Mentre a Roma Patrizi e Plebei dibattevano sulla questione dei cittadini romani condotti in schiavitù, a causa dei debiti non onorati, i Volsci iniziarono a razziare la campagna romana.

Subito fu organizzata una campagna militare, e l'esercito fu diviso in due; Spurio e Marco Orazio entrarono nel territorio dei Volsci lungo la fascia costiera, mentre Quinto Servilio e Lucio Geganio guidavano l'esercito, seguendo una direttrice più interna.

Poiché i Volsci rifiutarono il combattimento in campo aperto, i romani si limitarono a saccheggiarne le campagne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, VI, 3, 31.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Fasti consulares Successore Consul et lictores.png
Lucio Giulio Iullo II, Lucio Antistio,
Publio Manlio Capitolino, Marco Albinio,
Gaio Sestilio
378 a.C.
con Quinto Servilio Fidenate II, Licinio Menenio Lanato III,
Marco Orazio Pulvillo, Publio Clelio Sículo,
Spurio Furio Medullino
Lucio Emilio Mamercino, Gaio Veturio Crasso Cicurino,
Lucio Quinzio Cincinnato Capitolino, Publio Valerio Potito Publicola IV,
Servio Sulpicio Pretestato, Gaio Quinzio Cincinnato