Luciano Tondelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo partigiano (1924-1944) medaglia d'oro al valor militare alla memoria, vedi Angelo Luciano Tondelli.
Luciano Tondelli

Luciano Tondelli (6 marzo 1926Correggio, 15 aprile 1945[1]) è stato un partigiano italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato col nome di battaglia "Bandiera", si arruolò nel giugno 1944 nella 77ª Brigata SAP "Fratelli Manfredi"[2][3]. Prese parte alla cosiddetta "Battaglia di Fosdondo" (frazione di Correggio), uno scontro a fuoco tra partigiani e fascisti considerato tra i più rilevanti della Resistenza nella pianura reggiana[4]. Tondelli morì in combattimento, e con lui altri quattro partigiani. Si salvò, invece, Germano Nicolini detto "Diavolo"[4].

Alla sua figura il cantante Luciano Ligabue ha dedicato il brano I campi in aprile, contenuto nel disco Giro del mondo[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cippo a 3 partigiani caduti il 15 aprile 1945 – Fosdondo di Correggio, pietredellamemoria.it. URL consultato il 24 maggio 2017.
  2. ^ Tondelli Luciano, Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia. URL consultato il 24 maggio 2017.
  3. ^ Foto Tondelli Luciano Bandiera (JPG), Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia. URL consultato il 24 maggio 2017.
  4. ^ a b 70° anniversario della Battaglia di Fosdondo, Comune di Correggio. URL consultato il 24 maggio 2017.
  5. ^ Una canzone di Liga dedicata al partigiano ucciso a Fosdondo, in Gazzetta di Reggio, 9 aprile 2015. URL consultato il 24 maggio 2017.