Lo squartatore di Los Angeles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lo squartatore di Los Angeles
Titolo originaleThe Toolbox Murders
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1978
Durata94 min
Genereorrore, thriller
RegiaDennis Donnelly
SoggettoNeva Friedenn, Dennis Donnelly
SceneggiaturaNeva Friedenn, Robert Easter
ProduttoreTony DiDio
FotografiaGary Graver
MontaggioNunzio Darpino
MusicheGeorge Deaton
ScenografiaD.J. Bruno
Interpreti e personaggi

Lo squartatore di Los Angeles (The Toolbox Murders) è un film horror diretto da Dennis Donnelly.

La pellicola è ritenuta oggi un film cult del genere slasher, nonostante incassò poco più di 150 000 dollari. Fu citato da vari film noti tra cui Omicidio a luci rosse e Pulp Fiction. Ancora oggi, la scena del trapano che trapassa il corpo della ragazza, viene ritenuta scena classica. Nel 2003 il regista Tobe Hooper ne ha girato una sorta di remake (in Italia intitolato La casa dei massacri) la cui trama mostra numerose differenze rispetto all'originale.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Il film è ritenuto dal sito Horror Movie Database come un "interessantissimo quanto affascinante thriller/horror che, pur diventando un piccolissimo oggetto di culto da parte di una ristrettissima cerchia di horror fan, non è mai riuscito a raggiungere quella giusta (e si potrebbe dire meritata) fama capace". Nel sito Mymovies, il giudizio è basso, contestando che "è diventato famoso per essere entrato nella lista dei cosiddetti video nasties proibiti dalla censura inglese nei primi anni '80. In effetti, è un film crudo e violento".

Divieti e Censure[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola fu vietata ai minori di 18 anni in Finlandia, Canada, Svezia, Inghilterra e Norvegia. Le ultime due citate lo tagliarono pesantemente, tanto da bandirlo in Norvegia. Nella edizione italiana, circola il DVD vietato ai minori di 14 anni.

La durata originale del film è di 94 minuti, anche se girano molte edizioni in DVD accorciate dai 87 (ad esempio in Italia) sino ai 79 minuti. La scena che fece scalpore e che per un primo momento fu censurata, fu quella del trapano che trapassa il corpo di una vittima, in una vasca da bagno, tipico esempio di splatter e slasher.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema